Opinioni

La fake news dei cinghiali in via Castiglione a Bologna

L’emergenza sanitaria è vera, quella cinghiali a Bologna no: quindi chi asseconda quest’ultima rischia guai penali. E’ l’avvertimento che la Città metropolitana ha deciso di lanciare a cause delle “numerose chiamate” alla Polizia di Palazzo Malvezzi suscitate da un video che gira in rete: ma è una fake news. “Da ieri impazza sui social e viene addirittura rilanciato da alcune testate online il video di un cinghiale con numerosi cuccioli che si aggirerebbe sui colli bolognesi”, scrive Palazzo Malvezzi in una nota. Su Facebook, ad esempio, c’è chi posta il video collocandone la registrazione lungo via Castiglione e sottolineando anche con soddisfazione la natura, con l’emergenza sanitaria in corso, sta riprendendo spazio.

Però “dopo attente verifiche sia sul web che con sopralluoghi, la Polizia locale della Città metropolitana di Bologna- continua la nota- ha appurato che il video si riferisce alla zona di Brescia ed è stato postato sui social e online il 30 marzo”. Il problema è che “in queste ore, in seguito alla circolazione di questo video, stanno arrivando numerose chiamate al comando della Polizia di Palazzo Malvezzi che è in questi giorni molto impegnata in attività legate all’emergenza sanitaria”, sottolinea la Città metropolitana. “Si fa dunque appello ai cittadini perché non inseguano questa fake news e si ricorda che il ‘procurato allarme’ è un reato ai sensi dell’articolo 658 del Codice penale e la Polizia locale della Città metropolitana- si mette in chiaro nella nota- si è già attivata per perseguire sia chi origina la falsa notizia sia chi la rilancia”. Chi ha pubblicato il video su Facebook invece dice che è stato girato in Liguria.

Leggi anche: Come le mascherine pannolino della Regione Lombardia mettono in pericolo gli operatori sanitari