Fact checking

Indovinate chi ha vinto la gara del M5S per il candidato premier Luigi Di Maio?

luigi di maio candidato premier

A sorpresa, sorpresissima, sorpresissima sorpresa, il MoVimento 5 Stelle annuncia che Luigi Di Maio ha vinto la durissima competizione all’ultimo sangue per il posto di candidato premier e capo del movimento politico M5S. Accompagnato da una musica da “suspense” e con qualche battuta sugli altri candidati che hanno corso nelle primarie del M5s, Beppe Grillo ha proclamato Luigi Di Maio candidato premier del Movimento 5 stelle. I votanti sono stati 37.442, Di Maio ne ha presi quasi 31mila, per l’esattezza 30.936. Il totale degli iscritti del M5S a Rousseau è 140150. “Vi assicuro che porterò avanti questo compito con disciplina e onore com’è scritto nella Costituzione che abbiamo salvato a dicembre”, ha detto Di Maio, nelle sue prime parole dal palco di Italia 5 stelle.

Indovinate chi ha vinto la gara del M5S per il candidato premier Luigi Di Maio?

Al secondo posto nelle primarie online c’è la senatrice Elena Fattori con 3.596 voti. Per i restanti sei candidati – Vincenzo Cicchetti, Andrea Davide Frallicciardi, Gianmarco Novi, Marco Zordan, Nadia Piseddu e Domenico Ispirato – solo poche centinaia di voti. Ispirato prende 102 voti, Frallicciardi 268, Cicchetti 274, Zordan 373, Novi 543 preferenze e Piseddu 1410 voti. “La responsabilità che mi avete affidato – ha detto Di Maio dal palco di Italia 5 Stelle a Rimini – è grande ma tutti insieme, attivisti, consiglieri comunali, sindaci, consiglieri regionali, parlamentari, consiglieri europei, Beppe, Davide, ce la possiamo fare perché – ha concluso – siamo il Movimento 5 Stelle e non dobbiamo mai dimenticarlo”. “Da domani il capo politico del M5S non avra’ piu’ il mio indirizzo”, ha detto invece Beppe Grillo.
gianmarco novi candidato premier m5s
Novi, il candidato M5S che dice che i vaccini causano autismo, è arrivato quindi soltanto quarto. Che peccato. Beppe Grillo, a quanto si apprende, si è detto “soddisfatto” per il numero di votanti alle primarie onlineTra i parlamentari pentastellati, infatti, si nota come si tratti di una tra le più alte affluenze registrate. Soprattutto se si prendono le votazioni di una giornata, dove la media è di circa 20mila votanti. E, come termine di paragone, nel M5S si prende la votazione che diede il placet al Direttorio: i partecipanti furono 37.124 contro i 37.442 che hanno fatto click alle primarie concluse ieri. Eppure ha votato soltanto il 26% degli iscritti. E questa era la scelta più importante e partecipata del M5S. Danilo Toninelli a L’Aria che tira parlò qualche tempo fa di 100mila votanti. Oggi si vede l’imbarazzo nel negarlo.