Sport

Il momento in cui la Uefa manda un messaggio di pace ai russi durante la partita di Champions League (nonostante la censura)

@neXt quotidiano|

Uefa

Gesti simbolici che hanno come obiettivo quello di arrivare anche in quel Paese in cui la censura impedisce ai cittadini di conoscere l’esatta portata della guerra in Ucraina. La Uefa ha deciso di “trasmettere” sui cartelloni pubblicitari dei suoi match di Champions un messaggio composto da una sola parola, tradotta in due versioni: “pace”. Prima in inglese, poi con i caratteri cirillici, proprio per arrivare a quei russi che non possono – per via del giro di vite sull’informazione fatto dal Cremlino – sapere cosa sta accadendo realmente in Ucraina. E un altro potente gesto è arrivato anche dalla Germani.

La Uefa e il messaggio “pace” trasmesso tra le pubblicità della Champions

Questo è un frame di quanto apparso mercoledì sera durante la diretta del match di Uefa Champions League tra Juventus e Villarreal, gara di ritorno degli ottavi di finale della massima competizione europea per club. Ed è su quei cartelloni, utilizzati esclusivamente per mostrare pubblicità degli sponsor (fino a qualche settimana fa, per esempio, campeggiava la scritta Gazprom, uno dei principali finanziatori della competizione prima dell’esclusione decisa dalla federcalcio europea) che è comparsa la scritta “pace”.

E anche in Germania si è alzata una voce univoca. Un coro fatto di musica e immagini per esprimere vicinanza nei confronti del popolo ucraino.

I tifosi di Mainz e Borussia Dortmund hanno messo da parte la loro rivalità e si sono uniti brandendo cartelli con i colori ucraini e con la scritta “You’ll never walk alone”. E anche in campo, prima del fischio iniziale, i giocatori delle due squadre si sono mischiati e hanno mostrato un grande striscione con la stessa scritta e gli stessi colori.