Politica

Il governo Draghi incassa la fiducia anche alla Camera con 535 sì

Ora l’esecutivo ha il via libera del Parlamento per lavorare. Draghi, nella replica di 13 minuti: “Combattere la corruzione e le mafie”

(210218) -- ROME, Feb. 18, 2021

Senza troppo stupore il governo Draghi ha superato l’esame anche della Camera, dove tutto sembrava già scritto prima della votazione. Se infatti i numeri al Senato sono stati larghi, a Montecitorio la maggioranza è stata larghissima: 535 sì, contro 56 no. Da domani l’esecutivo guidato dall’ex presidente della Banca centrale sarà pienamente operativo, e si potrà concentrare sulle priorità del Paese e del suo programma. Che l’ha detto e l’ha ripetuto, sono molte e ben precise: riforma del fisco, della giustizia e della Pubblica amministrazione (in accordo con il Recovery Plan). Con dei punti cardine ben saldi: atlantismo ed europeismo.

Questa mattina alla Camera il premier Mario Draghi ha deciso di non parlare. Ieri ha consegnato il discorso pronunciato al Senato  anche a Montecitorio. E, tutto sommato, non ha ritenuto di doversi ripetere. Ma poco prima delle 19 ecco la sua replica: 13 minuti in cui sostanzialmente ha ripetuto i concetti espressi ieri, aggiungendo il fermo contrasto alle mafie, e ai fenomeni corruttivi. Ha poi fatto cenno al mondo delle carceri, le cui riforme andranno di pari passo con quelle della giustizia, e al mondo dello sport.

Nel suo passaggio ha detto:

Un Paese capace di attrarre investitori deve difendersi dai fenomeni corruttivi, lo deve fare comunque intendiamoci. Questi portano a effetti depressivi sul tessuto economico e sulla libera concorrenza. Non dovrà essere trascurata la condizione di tutti coloro che lavorano e vivono nelle carceri, spesso sovraffollate, esposte a rischio e paura del contagio e particolarmente colpite dalla funzione necessarie a contrastare la diffusione del virus. Non dovrà essere trascurata la condizione di tutti coloro che lavorano e vivono nelle carceri, spesso sovraffollate, esposte a rischio e paura del contagio e particolarmente colpite dalla funzione necessarie a contrastare la diffusione del virus. Il governo si impegna a migliorare la giustizia civile e penale e sulla necessità di un processo giusto e di durata ragionevole in linea con la durata degli altri Paesi europei. “l fatto che non abbia detto nulla ieri sullo sport non significa che non sia meno importante. È un mondo profondamente radicato nella nostra società e nell’immaginario collettivo, fortemente colpito dalla pandemia. Questo governo si impegna a preservare e sostenere sistema il sportivo italiano tenendo conto della sua peculiare struttura e dei molteplici aspetti che lo caratterizzano, non solo in relazione all’impatto economico, agli investimenti e ai posti di lavoro ma anche per il suo straordinario valore sociale, educativo, formativo, salutistico.