Politica

Grillo e il progetto di nuovo ponte per Genova dell’architetto che non ha mai progettato un viadotto

beppe grillo progetto ponte genova

Un paio di giorni fa Beppe Grillo ha postato sul suo blog un progetto di nuovo ponte per Genova dell’architetto Stefano Giavazzi. Il Giornale scrive oggi che l’architetto sul suo sito non mostra progetti di ponti ma solo lavori per ristrutturazioni di appartamenti, palestre e ristrutturazioni di rustici:

C’è questo nel portfolio-vetrina sul sito web dell a«F+G Associati», lo studio dell’architetto Stefano Giavazzi di Bergamo che ha firmato il progetto alternativo per la ricostruzione del viadotto in un video apparso sul blog di Beppe Grillo, in quella che il guru M5s ha salutato come un’ipotesi «a dir poco geniale».

Per capire chi sono i progettisti «F+G» basta leggere il profilo dello studio e la descrizione della filosofia di progettazione intrisa di «inesorabilmente», citati ad intervalli regolari. Un occhio all’efficienza energetica e al «comportamento sostenibile legato inesorabilmente alla qualità della nostra vita» attraverso l’architettura considerata «fenomeno culturale legato inesorabilmente al corretto sviluppo costruttivo».

Un tripudio che non si placa neanche nella definizione delle attività dello studio (legate «inesorabilmente alla ricerca e sperimentazione») e degli obiettivi: offrire «un approccio integrato ai problemi multidisciplinari legati inesorabilmente all’architettura». «Basta Formalismi di chiglie, vele, pennacchi, ingegneria auto celebrativa. Ora occorre progettare con lo sguardo rivolto al futuro», scrive Giavazzi stesso passando alla presentazione del nuovo viadotto avveniristico, a più livelli, niente abbattimenti, che insisterebbe sull’area del secondo torrente più grande della città.

Il video su Youtube ha superato le 150mila visualizzazioni, il tutto mentre Genova aspetta risposte su modi e tempi di abbattimento e ricostruzione dopo il crollo del 14 agosto.

Leggi sull’argomento: Spegnete le tv, cancellate gli abbonamenti, boicottate i media