FAQ

Gli otto parlamentari M5S a rischio espulsione

@neXt quotidiano|

di maio piazza pulita rousseau casaleggio - 2

Sono otto i parlamentari del MoVimento 5 Stelle che rischiano l’espulsione per la vicenda dei rimborsi. Dopo l’addio di Nunzio Angiola e Gianluca Rospi adesso rischiano Luigi Acunzo, 43 anni, deputato; Nadia Aprile, 57 anni, deputata; Santi Cappellani, 29 anni, deputato; Paolo Romano, 35 anni, deputato; Lillo Ciampolillo, 47 anni, senatore; Mario Giarrusso, 54 anni, senatore; Andrea Vallascas, 44 anni, deputato; Flora Frate, 36 anni,deputata. Il Corriere della Sera scrive oggi che il 7 gennaio è stato convocato un vertice: al tavolo si siederanno con Davide Crippa e Gianluca Perilli sia i tre componenti del collegio dei probiviri (Raffaella Andreola, Jacopo Berti e Fabiana Dadone) sia i tre membri del comitato di garanzia (Giancarlo Cancelleri, Vito Crimi e Roberta Lombardi). I sei deputati elencati non hanno restituito nulla nel 2019, quindi tecnicamente dovrebbero essere fatti fuori. A Palazzo Madama invece alcuni «ritardatari» hanno provveduto a versare ma non hanno ancora rendicontato: sono Cristiano Anastasi (28.000 euro), Deledda Bogo (24.000 euro), Luigi Di Marzio (30.000 euro). Al vaglio rimangono le posizioni, su tutti, di Mario Michele Giarrusso e Alfonso Ciampolillo. Il primo si è difeso sostenendo di dover accantonare soldi per le cause per diffamazione in cui è coinvolto.

otto eletti m5s espulsione
Gli otto parlamentari M5S a rischio espulsione (Corriere della Sera, 4 gennaio 2019)

Il clima nel gruppo rimane rovente e il timore di una implosione è alto. I governisti si preparano alla battaglia: «Fino alla Befana sarà guerra interna senza pietà». Poi sarà la volta della scure dei probiviri.

Leggi anche: Come Travaglio e Grasso fanno a pezzi la difesa di Salvini sulla Gregoretti