La macchina del funky

Gli otto fortunati che hanno vinto collegi sicuri alla lotteria di Renzi

emma bonino matteo renzi

Il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi metterà a disposizione degli alleati soltanto otto collegi sicuri per garantire loro l’elezione. Giovanna Casadio su Repubblica di oggi spiega che Insieme, Civici-Popolari e + Europa avranno un’offerta complessiva di dieci seggi, di cui otto sicuri, da spartirsi tra di loro in cambio dei voti che dovrebbero portare alla coalizione di centrosinistra. Un’offerta impossibile da rifiutare perché per tutti pare impossibile superare la soglia del 3% per presentarsi da soli:

Matteo Renzi che incontrerà oggi al Nazareno i segretari regionali discutere di nomi in lista, chiederà a Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Marche di essere accoglienti cedendo alcuni collegi sicuri agli “esterni” di Insieme, Civici-Popolari e, se ci saranno, Radicali di +Europa. In tutto 8 seggi certi. Più un altro paio quasi certi.
Francamente pochi per gli alleati che difficilmente arriveranno con le loro liste al 3% e quindi eleggono i parlamentari solo se “blindati” dal Pd nell’uninominale. Però se i collegi (sicuri) sono magri, non sono possibili ulteriori sacrifici. Dario Parrini, segretario della Toscana, nel suo ufficio tiene l’elenco dei tanti leader alleati che il partito ha fatto eleggere dalla regione negli anni: Marco Rizzo nel Mugello, Armando Cossutta a Vinci-Scandicci, Lamberto Dini a Firenze, Antonio Di Pietro sempre nel Mugello, Roberto Villetti a Sesto Fiorentino. E ora? Il calcolo è un paio di nomi, massimo tre.

Al Nazareno fanno quelli di Riccardo Nencini (Insieme) che è di Firenze ma potrebbe andare anche nelle Marche; Angelo Bonelli (Insieme) se Nencini opta per le Marche; Benedetto Della Vedova (+Europa); Ignazio Messina (Idv-Civici).
In Emilia Romagna dovrebbero sbarcare Beatrice Lorenzin (Civici-Popolari) a Modena; Pierferdinando Casini a Bologna o Gianluca Galletti (non tutti e due insieme, avvertono gli emiliani); Laura Bianconi; Giulio Santagata (Insieme); Riccardo Magi (+Europa). Per Emma Bonino prevista la candidatura a Torino o a Milano centro, perché i Dem sono convinti che abbia seguito.

Leggi sull’argomento: Sondaggi seggi uninominali, la paura fa collegio