Politica

Il soccorso azzurro di Forza Italia al condono per Ischia

Giggino ‘A Purpetta scende in campo con Giggino ‘O Steward: tutti insieme appassionatamente per condonare gli illeciti nell’isola campana

m5s decreto genova condono ischia - 5

Giggino Di Maio e Giggino ‘A Purpetta. L’inedita coppia si è formata per il condono per Ischia e conta una pattuglia di sei parlamentari di Forza Italia campani che in dissenso con il loro partito si sono sospesi dal gruppo per votare la legge così com’è, senza le limitazioni imposte dall’emendamento del partito di Berlusconi. Con Cesaro ci sono De Siano e Vincenzo Carbone al SenatoPaolo Russo, Antonio Pentangelo e Carlo Sarro alla Camera. E così, ci racconta Conchita Sannino su Repubblica, è arrivata la saldatura tra i due Giggini:

La sintesi più fedele è proprio quella del senatore Domenico De Siano, coordinatore campano di Fi, che officia non senza un velo di soddisfazione: «Finalmente in questo Parlamento si è sdoganata la parola condono». E aggiunge: «Finalmente si affronta in maniera costruttiva un tema che riguarda tante comunità». A partire dalla propria: familiare e produttiva, visto che il senatore (già sindaco, poi consigliere provinciale e recordman di poltrone a suo tempo avversato dai 5 Stelle) è proprietario a Lacco Ameno di un elegante e noto albergo, con danneggiamenti visibili post-sisma.

«Ma questo non è un condono, avremo solo mille case sicure», ribadisce, intervenendo in aula, il sottosegretario dei 5S Vito Crimi. Sbagliando “solo” di 12mila unità. Già, perché stando agli ultimi e più aggiornati dati che riguardano le istanze di condono — e solo negli unici tre comuni isolani che sono ammessi, cioè Lacco Ameno, Casamicciola e Forìo — la somma di tutte le pratiche pendenti fanno quota 13mila e 316 richieste. È vero che possono accedere alla sanatoria solo gli edifici «distrutti o danneggiati», ma nulla vieta ai titolari di quelle case — su cui pende legittima richiesta — di registrare ex post un danno che sia riconducibile al terremoto del 21 agosto 2017, e quindi di poter rientrare pienamente.

luigi di maio iene condono ischia - 1

Furbizia? Se così fosse, non si potrebbe fermarla. Il commissario alla ricostruzione dell’isola ha sì assicurato che «sarà concessa priorità» a chi abbia già avuto i danni certificati dalla Protezione civile, ma non avrebbe gli strumenti per vietare a tutti gli altri titolari di immobili di avvalersi della nuova legge. Condono per tutti, appassionatamente.

Leggi sull’argomento: I 15 senatori grillini che possono far cadere il governo