Politica

Flora Frate: la grillina che non pubblica i rimborsi

flora frate m5s

Flora Frate è deputata del MoVimento 5 Stelle alla Camera e ieri, quando è andata online la nuova versione di Tirendiconto.it, il suo nome è diventato d’attualità perché finora non ha ancora caricato alcun bonifico dal suo ingresso in Parlamento. «Le restituzioni le ho fatte – ha detto lei all’Adnkronos -e tra poco saranno caricate sul portale». Ma il tesoriere del gruppo M5S alla Camera Sergio Battelli, che svolge anche la funzione di helpdesk di tirendiconto.it, conferma che ad oggi non sono stati caricati bonifici dalla deputata sul portale: “A me i pagamenti non risultano. La scadenza era il 10 dicembre. Poi vediamo. Il sistema è automatico, nessuno carica i bonifici, deve farlo lei. Quindi, quando li carica compaiono”, dice Battelli all’AdnKronos. “Ad oggi – ribadisce – la rendicontazione non è completa”.

La Frate non è l’unica però. Sebbene quasi tutti i parlamentari abbiano ottemperato agli obblighi previsti dal codice etico M5S, c’è ancora qualcuno rimasto indietro, scrive stamattina Libero. Tra questi, il ministro per il Sud Barbara Lezzi, il sottosegretario Andrea Cioffi, il senatore Alfonso Ciampolillo, i deputati Gloria Vizzini e Santi Cappellani. Qualche tempo fa mancavano ancora le rendicontazioni.

Leggi anche: Così Di Maio e Salvini stanno fregando i risparmiatori truffati dalle banche

EDIT: In una versione precedente dell’articolo si affermava che al senatore De Falco era stato cacciato dal M5S anche per una contestazione su questioni economiche. Si trattava di un errore, perché in realtà nella lettera di contestazione si segnalavano soltanto i voti in difformità al gruppo. Ce ne scusiamo con l’interessato e con i lettori.