Economia

La flat tax solo sui redditi incrementali?

@neXt quotidiano|

salvini copertura flat tax 38 miliardi - 2

Il Corriere della Sera in un articolo a firma di Lorenzo Salvia racconta oggi che c’è una novità sulla flat tax, che secondo i nuovi piani della maggioranza ora andrebbe applicata solo sui redditi incrementali:

Cosa vuol dire? Un esempio per capire: se il signor Mario ha denunciato nel 2019 un reddito di 40 mila euro lordi e nel 2020 ne denuncia uno di 50 mila euro lordi, la Flat tax si applicherebbe solo su quei 10 mila euro in più che denuncia nel 2020. Il signor Mario risparmierebbe, naturalmente a patto di avere una dichiarazione dei redditi più alta rispetto all’anno precedente: perché senza la Flat tax incrementale su quei 10 mila euro in più pagherebbe molte più tasse, non il 15% ma il 38%. Ma anche lo Stato potrebbe stare sereno perché, disegnata così, la prima tappa della Flat tax avrebbe un impatto contenuto sui conti pubblici. I sostenitori di questa ipotesi dicono che così la prima tappa della Flat tax sarebbe a costo zero. In realtà, nella prossima legge di Bilancio andrebbe comunque trovata una copertura di circa 2 miliardi di euro.

flat tax redditi incrementali
Flat tax e fisco in Italia (Corriere della Sera, 14 luglio 2019)

Magari non si nota a prima vista, ma c’è un punto piuttosto assurdo: se così fosse la flat tax verrebbe applicata solo a chi ha guadagnato di più e questo significa che chi ha guadagnato di meno rispetto all’anno precedente, e quindi è già in difficoltà, non avrebbe aiuti da parte dello Stato. E’ equo?

La Flat tax incrementale non avrebbe un limite di reddito: non ci sarebbe un tetto di 50 o 60mila euro per poter sfruttare il meccanismo, come invece nelle ipotesi di cui si è parlato finora. L’unica condizione sarebbe proprio quella di dichiarare un reddito più alto rispetto all’anno precedente.

Leggi anche: Lo studio della UIL che demolisce la “flat tax” a tre aliquote