Trend

La proposta di Fiorello a Meloni: "Eri la tata di mia figlia, ora mi offro io come tato per Ginevra"

Asia Buconi|

rosario fiorello sanremo

Anche Fiorello ha detto la sua sul discussissimo “caso” della Premier Giorgia Meloni che si è presentata al G20 di Bali assieme alla figlia Ginevra. Durante la canonica rassegna stampa mattutina, in diretta Instagram ad ‘Aspettando Viva Rai2’, il presentatore è tornato sulla polemica in corso e ha spezzato una lancia a favore di Giorgia Meloni: “Al di là di come la si pensa politicamente, destra o sinistra…qui c’è del mammismo, femminismo, sessismo: c’è tutto nelle polemiche. Tu non puoi polemizzare, quando per anni si sta parlando delle mamme. E’ giusto che la mamma faccia solo la mamma? Deve per forza stare a casa con le bambine? O può anche la mamma anche lavorare ed essere madre?…E’ quello che ha fatto Giorgia Meloni, fa la madre e, dice, ‘io mia figlia la porto con me’…”. Dopodiché, Fiorello ha ironicamente proseguito: “Quante volte i vostri genitori vi hanno detto andiamo a Bali? A me, mai..”.

Poi, il conduttore ha ricordato di quando la leader di FdI, a 18 anni, fece da tata a sua figlia Olivia, oggi 30enne : “Voglio fare un appello qui su Instagram, voglio parlare alla donna Giorgia, non al Presidente del Consiglio: Donna Giorgia io sono Rosario, tu ti ricordi di me – tutti lo sanno è uscito su tutti i giornali, che Giorgia ha fatto da tata a mia figlia Olivia – Giorgia è stata bravissima come tata, le piaceva leggerle i libri”. Fiorello ha quindi continauto: “Io voglio renderle il favore: Giorgia se ti dovesse capitare un altro G20, io per ripagare tutto quello che tu hai fatto per me e per mia figlia, vengo, prendo 3 euro l’ora, non tantissimo, e faccio io da tato a Ginevra quando sei in giro. Tre euro e vengo io, sarò il tuo DepuTato. Evviva le mamme!”, ha concluso.

Fiorello contro i Mondiali in Qatar: “Lì calpestano i diritti umani ogni giorno e noi chiudiamo il campionato per questo?”

Ieri, sempre durante Aspettando Viva Rai2!, Fiorello si era espresso su un altro dei temi più discussi del momento, ovvero i Mondiali in Qatar, che inizieranno il 21 novembre. Il conduttore, prendendo di mira la decisione della Rai di acquistarne i diritti per ben 200 milioni di euro, aveva detto: “Noi abbiamo bloccato il nostro campionato, il campionato più bello del mondo, per dare spazio ai Mondiali in Qatar, un Paese dove tutti gli abitanti sul loro zerbino hanno scritto ‘diritti umani’. Li calpestano ogni giorno e noi chiudiamo il campionato per tutto ciò?”.