Opinioni

Fiano propone di togliere la scritta "Mussolini DUX" dall'obelisco del Foro Italico

mussolini dux obelisco

“Sono contrario all’abbattimento di monumenti, ma l’abrasione della scritta è una cosa che è stata fatta in Italia in tanti posti. L’abrasione della sola scritta è giusta”. Così Emanuele Fiano, onorevole del Pd e promotore della legge sull’apologia del fascismo, ha risposto alla domanda di Luca Telese a 24Mattino su Radio 24 sulla proposta di abradere la scritta ‘Mussolini dux’ sull’obelisco del Foro Italico a Roma. Su Predappio Fiano ha poi spiegato: “Accoglierei la proposta del sindaco di Predappio che, al posto di quei negozi, ha proposto l’istituzione di un museo storico anche in quella città che ovviamente ha un legame con la figura di Mussolini, un museo di spiegazione di cosa è stato il fascismo, di tutto il percorso della sua storia, di ciò che ha prodotto, causato, di ciò di cui è colpevole. In Germania ci sono esempi di musei legati alla storia del nazismo che insegnano alle nuove generazioni o anche a quelle vecchie esattamente tutto quello che è successo. Raccontare, spiegare anche introdursi nelle contraddizioni di un pezzo di storia è giusto senza infingimenti”.
mussolini dux obelisco
Telese ha poi chiesto se il vino Dux è un gadget che fa propaganda al fascismo e Fiano ha risposto: “Ci sono casi in cui questo è oggetto di propaganda, ci sono vetrine in Italia in cui viene propagandata l’ideologia fascista e in più c’è la bottiglia con l’effige di Benito Mussolini o di Hitler e altri casi in cui è un esercizio di collezione privata. Rifacendo l’esempio della Germania, in Germania è reato vendere oggetti con quelle effigi e nessuno se ne scandalizza. Il problema della legge è la propaganda non l’opinione, bisogna esercitare l’atto di propaganda”.
EDIT: Emanuele Fiano su Facebook precisa:

Signori per essere chiari,
rispondendo ad una domanda, fatta durante una diretta di Radio 24, su una proposta di Luciano Violante, circa la necessità di cancellare la scritta Dux dall’obelisco dell’Olimpico a Roma, ho dichiarato che non sono contrario, mentre sono contrario all’abbattimento dei monumenti o edifici dell’epoca del ventennio o a misure iconoclaste di qualsiasi foggia. La cancellazione di quella scritta, non è una mia proposta, non è certo una priorità, non è in alcun modo oggetto della Legge che voteremo oggi, non sarebbe reato con questa Legge, io non la propongo e non la suggerisco.
La Legge che votiamo oggi alla Camera si occupa della propaganda o dell’apologia dell’ideologia fascista, non di architettura, arte o altro. Per me quella scritta può rimanere, non è oggetto della mia attenzione.

emanuele fiano