Cultura e scienze

Ferruccio De Bortoli contro Renzi da Floris

Ferruccio De Bortoli, ex direttore del Corriere della Sera, intervistato da Giovanni Floris a DiMartedì, torna a parlare del “caudillo” riferito a Matteo Renzi: «Dà la sensazione di non sopportare le garanzie democratiche e la critica dei mezzi di informazione. Come Berlusconi. Se le cose fatte da Renzi le avesse fatte Berlusconi avremmo riempito le piazze». E ancora: «Gli riconosco la capacità di aver preso decisioni coraggiosi, ma mi domando, rispetto all’Italicum, se la nostra sarà ancora una democrazia rappresentativa». Poi De Bortoli spiega la definizione di ‘maleducato di talento’: «Abbiamo avuto degli scambi per sms piuttosto forti, diciamo, duri». De Bortoli parla anche dello “stantio odore di massoneria”: «Non volevo offendere nessuno, c’è la libertà di associazione. Mi domando perché non sia stato trasparente nel Patto del Nazareno».