Opinioni

Ferdinando Imposimato è morto

Ferdinando Imposimato è morto. Il magistrato si è spento questa mattina al Policlinico Gemelli di Roma. 82 anni di Maddaloni in provincia di Caserta, magistrato e noto per il suo impegno politico e parlamentare – era stato eletto nelle liste del PCI da indipendente – era stato ricoverato nei giorni scorsi. Era presidente onorario della Corte di Cassazione, suo fratello Franco era stato ucciso dalla camorra nel 1983. Ferdinando Imposimato  è stato il vincitore delle ultime Quirinarie del M5S e candidato alla presidenza della Repubblica all’epoca della vittoria di Mattarella. Il Corriere se ne occupò all’epoca, con un articolo molto contestato di Aldo Grasso e di una topica clamorosa sul Caso Moro.
ferdinando-imposimato
Imposimato è stato giudice istruttore di casi di primaria importanza come l’omicidio Moro e l’attentato a Papa Wojtyla. Come ogni giudice importante che si rispetti, ha avuto anche un’interessante carriera politica: nel 1987, come indipendente di sinistra, Imposimato venne eletto nelle liste del Partito Comunista Italiano al Senato della Repubblica e nel 1992 alla Camera dei deputati. Nel 1994 venne nuovamente eletto al Senato. Per tutte e tre legislature è stato membro della Commissione Antimafia e ha presentato numerosi disegni di legge sulla riforma dei servizi segreti, sugli appalti pubblici, sui trapianti, sui sequestri di persona, sui pentiti, sul terrorismo e sulla dissociazione. Successivamente è passato al Partito Democratico della Sinistra, per divenire poi il responsabile alla giustizia dei Socialisti Democratici Italiani. Ma è stato anche giudice di Forum, come ricordò qualche tempo fa Aldo Grasso. Molti parlamentari del M5S lo stanno salutando con parole di cordoglio: “Con Ferdinando Imposimato non sparisce soltanto un magistrato integerrimo e un grande giurista. Ma va via anche una persona splendida, di grande umanità e sensibilità. Per tutto il M5S sono momenti di enorme dolore, perché Imposimato ha rappresentato una luce vivida, una guida sicura sul percorso che abbiamo da anni intrapreso nella lotta alla corruzione, al malaffare e alle mafie. Esprimiamo il nostro cordoglio più profondo e la vicinanza ai suoi familiari”, scrive il gruppo parlamentare in una nota.

Leggi sull’argomento: Ferdinando Imposimato diventa un «saggio» di Beppe Grillo?