La macchina del funky

Il consigliere grillino del "Metodo Spada" non ricorda quello che ha detto

fabio talamoni metodo spada

Ieri abbiamo parlato della nota dei consiglieri del Partito Democratico dell’XI Municipio in cui si accusava il grillino Fabio Talamoni di aver detto ai vigili di cacciarli via “anche utilizzando il metodo Spada”. La denuncia arrivava da una nota congiunta di Maurizio Veloccia, Gianluca Lanzi, Giulia Fainella e Angelo Vastola, consiglieri PD. “La seduta era stata sospesa a seguito dell’immotivato allontanamento dall’aula di due di noi ‘rei’ di aver chiesto chiarimenti sul regolamento e sulla gestione dei lavori da parte del Presidente del Consiglio municipale”, aggiungevano i consiglieri. Oggi Talamoni con il Messaggero sostiene di non ricordare quello che è successo

«Mi serve un po’ di tempo per “sbobinare” la situazione. Ora non ragiono, potrei dire cose che non stanno né in cielo né in terra, tutto e il contrario di tutto. Non ho capito neanche come ho fatto a tornare a casa. Ho la pressione a tremila».
Quindi, consigliere, non sa cosa ha detto solo poche ore fa?
«Qualora io abbia delle responsabilità, spero che nessuno pensi che sia mai venuto alle mani con qualcuno, che se dico una ca…ta possa essere accostato a quella gentaglia del clan Spada».
Allora questa “cavolata”, l’ha detta…
«Devo capire esattamente che ca…ta avrei detto. Ma mi dissocio da qualsiasi sistema mafioso o violento, non ho mai toccato nessuno. Ora però non ragiono».

municipio XI SPADA

In Aula ha avuto le allucinazioni, insomma?
«Io le allucinazioni le ho da due ore a questa parte. Sono confuso. Quello che mi si dice di aver detto è avvenuto fuori dal consiglio, in Aula, pensi, stavamo parlando di tabagismo… E poi io sono una persona taciturna, non parlo quasi mai ai dibattiti. Davvero, mi creda,sono una persona normale, mi sembra di essere caduto in un vortice allucinante. Però lo voglio dire: nella mia vita mi sono sempre comportato onestamente».
Che fa nella vita, oltre al consigliere municipale?
«Il consigliere, perché sono disoccupato».

In serata il M5S ha fatto sapere di aver cominciato le procedure di sospensione per il consigliere Fabio Talamoni.