La macchina del funky

L'esposto all'ANAC su Fabio Fucci e gli incarichi all'avvocato

fabio fucci indagato 1

Incarichi per oltre 200mila euro e 24 pratiche legali in un solo giorno oltre ad una vicenda che riguarda un’opera edilizia. Di questo si parla nell’esposto inviato all’ANAC oltre cinque mesi fa sul sindaco di Pomezia, Fabio Fucci, l’avvocato e collaboratore di Valentina Corrado Luigi Leoncilli e sulla stessa consigliera regionale. Ne parla oggi Clemente Pistilli su Repubblica:

In un dettagliato esposto presentato prima dell’estate sia all’Authority presieduta da Raffaele Cantone che alla Corte dei Conti, sono stati evidenziati i molti incarichi ricevuti da Leoncilli, avanzando dubbi sui criteri di imparzialità e rotazione che dovrebbero regolare le nomine di esterni ed evidenziando il ruolo che l’avvocato ha anche in Regione con Corrado. Intrecci che emergono inoltre sul fronte della tanto discussa urbanistica pometina.
Il legale-assistente ha ricevuto moltissimi mandati relativamente a contenziosi al Tar, tra i quali quelli per i commissariamenti disposti dalla Regione su questioni urbanistiche. Le stesse vi
cende su cui, contestando l’operato della Pisana, Corrado presentava nel frattempo interrogazioni. Problemi seguiti da vicino anche dal consigliere comunale pentastellato Stefano Alunno Mancini, legato alla stessa Corrado e presidente della commissione urbanistica. E anche su tali affari è stato presentato un esposto all’Anac e alla magistratura contabile, oltre che alle Procure di Velletri e Roma.

valentina corrado m5s
Il consigliere comunale Omero Schiumarini, del Pd, ha infatti avanzato dubbi sul progetto per la realizzazione del prolungamento del tratto stradale di via Oceano Atlantico, finalizzato a collegare la strada a Torvaianica Alta, specificando che, quando è stata approvata la variante per quest’opera, parte della strada era già stata realizzata da privati:

Si trattava, secondo l’esposto, di un’opera che con ogni probabilità era stata realizzata abusivamente, essendo una zona agricola. E avrebbe dovuto essere acquisita gratuitamente al patrimonio del Comune, mentre l’ente aveva anche indennizzato un’immobiliare con oltre 50mila euro. Un caso che coinvolge soggetti che su Torvaianica Alta avevano dato battaglia, portando il Tar ad avanzare l’ipotesi che vi fosse un conflitto d’interessi del consigliere comunale Giuseppe Raspa, anche lui legatissimo a Corrado, salvo poi fare marcia indietro.
E a quella che appare come una sorta di “sanatoria” ha contribuito molto lo stesso Alunno Mancini, mentre in silenzio è rimasta la Città Metropolitana, di cui Fucci è vicesindaco. Nell’esposto è stato ipotizzato infine anche lo spacchettamento dell’appalto per i lavori, al fine di schivare una gara pubblica. Mattone e incarichi legali, materie dunque su cui Corrado e Fucci sono apparsi particolarmente uniti negli anni. Anche per questo l’endorsemente stupisce sempre meno.

Leggi sull’argomento: La segnalazione all’ANAC su Fabio Fucci e Valentina Corrado