La macchina del funky

«Ero di An, prima craxiano. Adesso dico forza Renzi»

Si chiama Paolo Galante, è presidente di Federalberghi a Latina e sarà uno dei candidati del Partito Democratico alle primarie per la poltrona di sindaco della cittadina laziale. In questa intervista a Francesco Maesano della Stampa però racconta qualcosa di più a proposito del suo percorso politico. Con qualche curioso retroscena:

Non è stato responsabile attività produttive di Alleanza Nazionale a Latina?
«Sì lo sono stato, ma giusto per 10 mesi nel 1996».
Ecco,e poi?
«Poi ho restituito armi e bagagli perché non mi piaceva l’andazzo».
Prima non aveva affiancato il segretario locale del Psi?
«Sì,ma quello è stato nel periodo di Craxi». E l’incontro col Pd quando c’è stato?
È vero che ha ospitato un evento di terza posizione nel suo hotel?
«Era una manifestazione pubblica, io intervenni non come persona fisica ma come presidente di Federalberghi e con me c’era un parterre di tutto rispetto con esponenti di Confartigianato, Coldiretti e Confesercenti».
Lei,Galante, si sente di sinistra?
«Io come tanti altri imprenditori guardo con attenzione al presidente Renzi, è un riformista che si assume le sue responsabilità. Qui a Latina vorrei provare a rappresentare le persone che, schifate dalla politica, non vanno a votare o votano per protesta».