Opinioni

Emanuele e il pestaggio di Cremona: la retromarcia terrorizzata

La strana storia di Emanuele, che si è autoaccusato del pestaggio di Cremona, finisce (per ora) con un post su Instagram rilanciato da Selvaggia Lucarelli su Twitter. Ieri abbiamo raccontato dello status di un utente di Facebook chiamato Emanuele che si vantava di aver partecipato all’aggressione a un ragazzo che teneva uno striscione con scritto “Ama il prossimo tuo” in piazza Roma durante il comizio di Salvini.

emanuele casapound aggressione cremona

«Cremona, comizio di Salvini per sostenere il candidato sindaco del cdx. Migliaia di persone con 30 gradi di afa. Ad un certo punto arriva uno che come fisico ricordava l’uomo fumetto dei simpson che tira fuori una striscia di cartigienica con scritto “Salvini ama il prossimo tuo“. Tempo 10 secondi io, alcuni di Casapound ed alcuni ultras lo circondiamo invitandolo a togliere quello schifo li ed una signora anziana gli urla “coglione spostati che non vedo il mioc apitano”; il tipo le risponde “dai vecchia siamo in democrazia vieni a togliermelo tu”. 10 secondi dopo la cartigienica l’avevamo noi ed il tipo è stato portato via dalla celere».

Il messaggio era stato postato prima dalla pagina Abolizione del Suffragio Universale e poi da Selvaggia Lucarelli del Fatto su Twitter e Facebook. Subito dopo l’utenza era sparita; ieri è arrivata una smentita che sa di retromarcia terrorizzata:

emanuele pestaggio

Anche la semplice prova-finestra ci restituisce lo stesso effetto:

emanuele pestaggio cremona 12

 

In parole povere, il tizio confessa di aver millantato la partecipazione al pestaggio, di aver inventato la presenza di “ultras” ed esponenti di Casapound e si rimangia riga per riga quello che ha detto qualche giorno prima avendo anche il coraggio di fare l’offeso perché certa gente ha pensato che lui fosse un violento e un antidemocratico dopo che lui stesso aveva detto di aver partecipato al pestaggio. Ad occhio si direbbe che la storia non finirà qui.

Leggi anche: La strana storia di Emanuele che si autoaccusa per il pestaggio di Cremona