Fact checking

È vero che l'Austria vuole uscire con un referendum dall'euro?

I vincitori morali del referendum greco (ovvero i leader dei partiti politici italiani) sono di nuovo in prima fila per rallegrarsi delle vittorie altrui e delle grandi prove di democrazia negli altri paesi. Il primo è stato Beppe Grillo che ha annunciato trionfalmente sul suo blog che l’Austria ha indetto un referendum per uscire dall’Euro. Ma le cose stanno davvero così?

Il post di Grillo su Facebook
Il post di Grillo su Facebook

NESSUNO NE PARLA!1
Il post di Beppe inizia come da migliore tradizione gentista: tutti parlano della Grecia – accusa – e nessuno racconta la nuova epica battaglia democratica contro l’Unione Europea e contro l’Euro che si sta combattendo in Austria. Ecco cosa scrive Beppe:

La concentrazione delle ultime settimane è tutta per la Grecia di Tsipras. Proprio per questo quasi nessuno è a conoscenza della decisione da parte della popolazione austriaca di abbandonare l’euro e l’europa.

La decisione sembra cosa fatta, il popolo austriaco ha già scelto di abbandonare l’Euro e L’Europa. Davvero strano che nessuno se ne sia accorto. Ed infatti l’Austria, contrariamente a come la racconta Grillo, non ha scelto di uscire dall’Euro e nemmeno dall’Unione Europea. C’è stata invece una petizione denominata EU- Austritts-Volksbegehrens (referendum per l’uscita dalla UE) promossa dall’associazione Initiative Heimat & Umwelt che ha raccolto 261.000 firme (il 4.12% degli aventi diritto). Dato che il limite minimo per la presentazione di una proposta di referendum popolare è di 100.000 firme la proposta della Initiative Heimat&Umwelt sarà quindi posta all’esame dell’Assemblea Federale austriaca che deciderà se dare luogo alla consultazione popolare o meno. La IHU è una piccola associazione che fin dal 1994 si è impegnata per l’indipendenza del popolo austriaco dalla UE organizzando diverse iniziative che – come si evince dal fatto che l’Austria è ancora nella UE e nell’Euro – non hanno avuto successo. Inoltre dei 37 referendum che hanno passato il vaglio del Parlamento questo per l’uscita dall’Unione Europea non è nemmeno quello che ha raccolto il maggior numero di firme (si piazza al ventitreesimo posto). La risposta alla domanda di Beppe “perché nessuno ne parla” è quindi la seguente: fino ad ora sono solo stare raccolte le firme necessarie a mandare avanti la procedura che non ha ancora ottenuto l’approvazione. Il popolo austriaco non si è ancora espresso a riguardo (lo hanno fatto invece i sostenitori del referendum) e non è detto che potrà farlo in futuro. Insomma sarebbe come dire che il popolo italiano ha deciso di abbandonare l’euro solo perché c’è un partito che sta promuovendo una raccolta firme per l’uscita dall’Euro. Ma questo Beppe non lo dice, vero?
Foto copertina via Initiative Heimat & Umwelt