Opinioni

L’ideona di Di Maio: «Diamo tutto il potere a Salvini»

Giggetto stratega perfetto. Il Messaggero racconta oggi che Luigi Di Maio si è messo in testa un’idea meravigliosa per concludere la sua carriera politica dare attuazione alla sua strategia di rimonta nei confronti della Lega che lo ha doppiato la settimana scorsa alle elezioni europee. La raffinata tattica politica, che ha finora portato i grillini a guadagnare dieci milioni di voti e a perderne sei in un anno, prevede l’ideona di dare tutto il potere a Salvini e stare a vedere cosa succede.

In queste ore «delicatissime» in «cui navighiamo a vista», come ammettono i sottosegretari e i ministri più vicini a «Luigi», rimane in aria anche l’idea di ripartire cedendo alla Lega qualche ministero. Soprattutto quelli considerati più complicati. Sul piatto rimane la Sanità di Giulia Grillo. Ma anche il Mit di Danilo Toninelli, dicastero che al momento è privo di una delegazione leghista dopo le dimissioni di Edoardo Rixi e Armando Siri.

Nel solito frullatore di nomi c’è anche quello di Elisabetta Trenta: la titolare della Difesa, appare comunque, blindata. Anche perché la sua sostituzione passa soprattutto dalla lente d’ingrandimento del Quirinale.

di maio salvini

Insomma, secondo Di Maio il sacrificio umano di Toninelli (in una notte senza luna) dovrebbe servire a placare la sete di sangue di Salvini. E ad aiutare i grillini che darebbero alla Lega tutte le matasse da sbolognare, ammettendo così di non essere in grado di farlo. Ovviamente Di Maio sottovaluta una piccola questione: e se poi loro ci riescono, lui che figura ci fa? In più, gira anche un’altra chiacchiera sul M5S:

mandano giù tutto

Vietato pensare a robe Zenzuali, eh?

Leggi anche: Le logomachie di Giuseppe Conte