Fatti

“Irresponsabili e ipocriti”, De Luca se la prende con Salvini e Meloni per le manifestazioni no pass | VIDEO

Il Presidente della Regione Campania, nella sua ormai classica diretta Facebook del venerdì, spara a zero sui leader di Lega e Fratelli d’Italia

De Luca

Li accusa di aver soffiato sul fuoco, alimentando quell’incendio che ha provocato decine di manifestazioni contro il Green Pass nelle varie piazze italiane. Cortei, alcuni deflagrati in episodi di violenza, che non sono solamente poco consoni alla situazione pandemica italiana (e mondiale), ma che hanno penalizzato anche moltissime attività commerciali costrette ad abbassare le saracinesche durante queste proteste. Secondo Vincenzo De Luca, anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni sono responsabili della situazione di insofferenza che si è propagata per le strade del nostro Paese. Proprio perché per settimane (chi più e chi meno, per ovvi motivi) si è andati a solleticare quel malcontento popolare di una minoranza rumorosissima di cittadini.

De Luca attacca Salvini e Meloni per i cortei no pass

“Abbiamo dovuto assistere in questi giorni a delle cose di una strumentalità vergognosa, mi riferisco agli onorevoli Salvini e Meloni – ha detto il Presidente campano nella sua tradizionale diretta Facebook del venerdì pomeriggio -. In queste settimane di manifestazioni e di cortei selvaggi, soprattutto al Nord, ma anche a Roma. Questi esponenti politici hanno fatto di tutto per ostacolare la diffusione del green pass, una polemica quotidiana contro il green pass. Adesso, di fronte alle proteste per l’aumento del contagio irresponsabile, per il danno che si sta producendo per le attività commerciali e il pericolo di arrivare alle feste di Natale con i negozi chiusi, fanno appello a che si blocchino i cortei selvaggi. C’è da vergognarsi di fronte a questi atti di irresponsabilità e poi di insopportabile ipocrisia”.

Ed è per tutti questi motivi che De Luca si dice d’accordo – ed è quasi un evento, visti i precedenti più o meno recenti – con la decisione presa dal governo e dalla Ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, di limitare la possibilità di manifestazioni nei centri storici. Perché, prosegue il governatore campano: “I cortei abusivi non c’entrano niente con la libertà di manifestare. Quando è a rischio la salute dei cittadini, si manifesta, ma questo dovrebbe valere sempre, nell’ambito e nei limiti fissati dalla legge o dalle disposizioni del prefetto o del questore. Mi auguro che questo fine settimana le forze di polizia vogliano intervenire con decisione nei confronti di chi viola le regole, perché davvero non se ne può più”.