Politica

Così taglieranno le Regioni italiane

Due mesi di discussione e poi il via. Scrive oggi il Messaggero che entro sessanta giorni il governo riceverà la relazione della Commissione tecnica appena costituita per definire il perimetro
della riforma della Regione. A formulare la prima griglia di risposte su base scientifica – ma sarà poi la politica a decidere – saranno 13 fra geografi, economisti e giuristi della Commissione presieduta dalla geografa Lidia Viganoni che lavoreranno, peraltro gratuitamente, sulla base della missione loro affidata dal ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta. Della Commissione fanno parte i prof Francesco Pizzetti, Giandomenico Falcon, Paolo Feltrin, Guido Melis, Alessandro Petretto, Luciano Vandelli, Beniamino Caravita di Toritto, Stelio Mangiameli, Anna Maria Poggi, Andrea Patroni Griffi, Raffaele Bifulco e Marco Olivetti.

regioni italiane cambiano
Così potrebbero cambiare le Regioni italiane (Il Messaggero, 19 gennaio 2015)

Spiega Diodato Pirone:

Tra l’altro un forte processo di semplificazione del governo del territorio è in corso anche in Francia e Germania. A Parigi il presidente Hollande ha ridotto le Regions da 22 a 14 e ha semplificato le funzioni dei 100 Dipartimenti(le Province francesi). Anche la Germania Federale, cheha 16 potentissimi Laender, si muove sulla stessa lunghezza d’onda: i Laender più piccoli, come quello della Saar, stanno chiedendo di unirsi ai loro vicini.La ragione? Troppi debiti.

Tutto vero, ma con un addendum. Mercoledì 17 dicembre il Parlamento francese ha approvato definitivamente con un voto finale dell’Assemblea la nuova mappa a 13 regioni. La riforma, che entrerà in vigore all’inizio del 2016, è stato spinta da François Hollande, al fine di ridisegnare la Francia per molti decenni con regioni di “dimensione europea” che possano costituire motori dello sviluppo economico.
francia tredici regioni
 
Da segnalare che l’Italia avrebbe dodici regioni, mentre la Francia nel 2016 ne avrà 13. Eppure la Francia insiste su una superficie totale di 640.679 km², l’Italia di 301.338 km².