Politica

Così la Nato si schiera contro Putin

La Nato annuncia che triplicherà le sue truppe nell’Est Europa: arriveranno ai confini con la Russia dai 13mila ai 30mila soldati del suo dispositivo di impiego approvato nello scorso settembre. Il Corriere della Sera pubblica oggi un’infografica in cui riepiloga le mosse della Nato contro Putin, e annuncia che moltiplicherà anche i loro mezzi:

Carri armati, artiglieria pesante e leggera, aerei,elicotteri, navi, batterie lancia-missili, anche forze speciali di varie nazioni addestrate alla guerriglia. Formalmente, si spiega che questo servirà alla difesa complessiva dello «spazio euro-atlantico» da nord a sud, fino ai confini meridionali dove preme il terrorismo islamico. Ma intanto, sei centri di comando e controllo (non basi, si precisa) verranno istituti quanto prima in altrettanti Paesi Nato dell’Est: Bulgaria, Estonia, Romania e poi Lettonia, Lituania, Polonia, tutta l’area del Baltico.

nato putin
L’infografica del Corriere della Sera sul riposizionamento della NATO a est (Corriere della Sera, 6 febbraio 2015)

Le forze che vi faranno capo, schierate di fronte ad analoghe forze russe, potranno e già possono entrare in azione nel giro di 48-72 ore.