La macchina del funky

Così Casaleggio scavalca i giornalisti del Fatto

davide casaleggio m5s

In un vecchio film di Woody Allen un personaggio, professore di scuola, all’irrompere del protagonista in classe gli chiede: «Tu qui? Ma come hai superato i bidelli?». «Sul piano intellettuale», risponde l’altro. Davide Casaleggio invece i cronisti preferisce scavalcarli con l’agilità e il passo svelto, come racconta oggi il Fatto ricordando quanto accaduto ieri a Novara, al convegno “Internet e democrazia” del premio giornalistico Piero Piazzano per spiegare il funzionamento del Movimento5 Stelle

Al termine dell’incontro, dopo essersi intrattenuto a parlare col direttore di Wired Federico Ferrazza, con il capo della divisione digitale del Gruppo Espresso Massimo Russo e col vicedirettore del Corriere della Sera Daniele Manca, Casaleggio ha schivato le domande di alcuni cronisti (tra cui il Fatto) correndo via tra i corridoi dell’Università del Piemonte orientale. Schiva un presente, gira a destra,scatto di corsa per salire le scale e poi a passo rapido nel parcheggio fino alla sua auto:cronisti “bypassati ”.

davide casaleggio

Così non c’è stata la possibilità di avere una sua opinione sulle indagini di firme false del M5S o sul caso di “cyber propaganda” scoppiato intorno all’account di Beatrice Di Maio, ma neanche sulle amministrazioni di Virginia Raggi a Roma e di Chiara Appendino a Torino: Casaleggio,le domande tradizionali, come i media, le bypassa.

Leggi sull’argomento: Davide Casaleggio dà lezioni di giornalismo