Fact checking

Cosa succede quando il blog di Grillo influenza le votazioni online

Ieri il Senato, dopo due anni di tentennamenti, è riuscito ad approvare il testo del ddl anticorruzione. I sì sono stati 165 (Pd, Area popolare, Autonomie-Maie-Ps e SEL), gli astenuti 13 (Lega Nord) e i no 74 (Forza Italia, M5S e GAL). A margine della votazione va registrato un interessante episodio che vale la pena di raccontare. Protagonista della nostra storia è il cittadino-senatore-portavoce Mario Michele Giarrusso, ex vice-presidente del Senato del gruppo del Movimento 5 Stelle. Ieri il Movimento guidato da Beppe Grillo ha deciso di votare no al testo della proposta di legge (il cui primo firmatario è il Presidente del Senato Pietro Grasso) e la decisione è stata presa in seguito alla consultazione on-line con gli attivisti.
consultazione online anticorrruzione
LE CONSULTAZIONI ONLINE
I critici del Movimento 5 Stelle hanno spesso espresso dubbi circa i modi e il metodo utilizzato per le votazioni on-line. A dispetto di quanto predicato altrove da Grillo le consultazioni on-line (per decidere delle espulsioni o per indicare la volontà della base rispetto ad un voto parlamentare) sono gestite in modo decisamente poco trasparente. Un problema è che il tempo per votare è decisamente poco, generalmente viene aperta una “finestra” di poche ore e l’inizio delle votazioni non viene annunciato con sufficiente anticipo da consentire la partecipazione teorica della maggior parte degli iscritti certificati. Non si sa nemmeno quale sia la percentuale di iscritti che partecipa alla votazione rispetto al totale degli aventi diritto. In buona sostanza l’esperimento di democrazia liquida di Beppe&Gianroberto è come minimo un tentativo improvvisato. C’è poi il problema dell’autonomia dei parlamentari (ovvero la mancanza di vincolo di mandato garantita dall’articolo 67 della Costituzione): negli anni la posizione di Grillo è cambiata parecchio, ma è interessante notare come i difensori della Carta Costituzionale non abbiano alcun problema ad andare contro la Costituzione, quando è funzionale ai loro scopi politici. Accade quindi che sul blog del guru venga indetta il 31 marzo (il giorno prima) una consultazione per decidere cosa far votare ai senatori pentastellati. Hanno partecipato al voto, che è stato aperto dalle 10.00 alle 19.00, 27.124 iscritti certificati, il 19,7 % ha votato a favore del ddl anticorruzione e l’80,3% ha votato contro. La base ha quindi deciso la linea che i senatori avrebbero dovuto seguire: votare No. E così è stato fatto.
 
giarrusso post 1
UN UOMO SOLO AL COMANDO DEL BLOG
Il Senatore Giarrusso però non ci sta alla ricostruzione data sul blog, a suo avviso fuoriviante, e sulla sua pagina Facebook pubblica un post in cui chiede agli attivisti di votare sì. Subito gli attivisti preoccupati iniziano a commentare perché “la verità” raccontata dallo staff del blog di Beppe è leggermente diversa da quella del cittadino-portavoce. Scrivevano sul blog:

1. Scambio elettorale politico mafioso: Governo e Maggioranza hanno ridotto le pene per questo gravissimo reato, portate a quattro anni nel minimo (rispetto ai 7 proposti) sino a 10 nel massimo (rispetto ai 12 proposti) con una riduzione del 42%. Inoltre il Governo ha voluto escludere il reato qualora non venga provato (prova quasi impossibile se non con la confessione) che le modalità di procacciamento di voto, in cambio di controprestazioni, siano avvenute con atti intimidatori tipici mafiosi. La Cassazione Penale ha già bocciato tale nuova disposizione.

Sarà davvero così? Andiamo a vedere il testo
giarrusso fb - 1
A quanto pare qualcuno sul Blog ha sbagliato a fare i calcoli…

giarrusso -  1
Le bufale di Beppe, sbugiardate da uno dei suoi, inizia la danza

Giarrusso che siede nella Commissione Giustizia del Senato dà una versione dei fatti diversa da quella del Blog, e a quanto pare in Commissione i senatori a cinque stelle hanno votato compatti per il sì. Questo Beppe però non lo dice..
giarrusso - 2
Laggente è parecchio confusa e Giarrusso ha il suo bel da fare a sconfessare la linea politica tracciata dall’house organ del Movimento:
giarrusso - 3
 
 
A quanto pare la democrazia liquida non mette il potere nelle mani di cittadini informati e consapevoli.
giarrusso - 5
Fini giuristi che dopo un post di venti righe ne sanno di più di uno che in Senato ha partecipato alla discussione sul ddl

 
Incredibilmente il blog non riporta il testo della legge, riferisce solo la versione di Grillo, per poi far giudicare agli attivisti:
 
giarrusso - 6
La strategia massimalista di Grillo rischia di aiutare corrotti e mafiosi. Ma è dall’inizio della legislatura che il massimalismo dei grillini non ha portato a niente di buono (chiedetelo a Bersani)
giarrusso - 7
Secondo alcuni il testo contiene la famosa norma sull’autoriclaggio, dove lo hanno appreso secondo voi? Ma sul Blog ovviamente:

2. Autoriciclaggio: Le pene previste erano da 4 a 12 anni. Il Governo invece, ha previsto pene che vanno da 2 a 8 anni e, altresì, che il reato di autoriciclaggio non sussista qualora il denaro proveniente o frutto di precedenti reati venga destinato alla mera utilizzazione o al godimento personale. Norma, dunque, facilmente eludibile e di difficile applicazione.

giarrusso - 8
Se leggersi tutta la legge è troppo difficile accontentiamoci della sintesi. Quindi la democrazia diretta e partecipata è fondata sulla sintesi, un po’ come studiare l’Eneide sui Bignami insomma.
giarrusso - 9
Elettori certificati e consapevoli che pensano che il testo sia dell’odiato Renzie…

giarrusso - 10
Argh, il PD è il Dimonio!11

Non mancano naturalmente gli attacchi a Giarrusso, che starebbe danneggiando il Movimento
giarrusso - 11
Se si esce dalla linea del Blog bisogna risponderne davanti al movimento intero

Pure il Fatto non la racconta giusta, e qualcuno “ha fatto votare no” scrivendo un post tendenzioso…
giarrusso - 12
Arriva uno dei migliori: quello che non sa chi è Giarrusso, e non ha nemmeno letto il ddl, però ha deciso che voterà no CON CONVINZIONE perché non si fanno compromessi. Ci vediamo alla prossima legislatura, sarà un piacere.
giarrusso  -13 LOL
L’apoteosi della Democrazia liquida

Eh ma il massimalismo ci porterà al governo… “col cazzo” dice il senatore.
giarrusso - 13
Il voto inutile, quello che dà una mano a corrotti e mafiosi. Certo che trovarsi sulle stesse posizioni di Forza Italia era un bell’indizio eh
giarrusso - 14
Quindi è sufficiente scrivere in modo adeguato il post che presenta la consultazione on-line per condizionare l’esito del voto? Chi l’avrebbe mai detto, e io che pensavo che tutti sapessero quale decisione stavano prendendo..
giarrusso commenti - 1
Giarrusso non è stato l’unico pentastellato a sostenere la necessità di votare sì, anche il senatore Maurizio Buccarella che ha pubblicato un documento in cui spiega il senso del ddl che dice l’esatto contrario di quanto scritto sul Blog. Viene quindi da chiedersi con che onestà sia stato scritto il post sul sito di Grillo. Quella che andrà di moda o quella che è funzionale a guidare le scelte dei parlamentari e degli attivisti. Non c’è molto da stupirsi, in fondo il Blog appartiene ad una persona sola, mica a tutto il Movimento.