Fact checking

Cosa succede se Enrico Mentana prende sul serio Marco Corrosa

enrico mentana marco corrosa

Enrico Mentana oggi ha scoperto l’esistenza di Marco Corrosa noto bufalaro online nonché alias di Gian Marco Saolini esperto di comunicazione web e autore di numerosi video e post con bufale di vario tipo. Mentana ha fatto la conoscenza con Corrosa nel migliore dei modi visto che ha scoperto che il produttore di fregnacce online gli attribuiva una frase su Virginia Raggi che il direttore del Tg de La 7 non aveva mai pronunciato. La cosa evidentemente ha dato parecchio fastidio a Mentana che oggi si è adoperato per chiedere l’intervento di Facebook nei confronti di Corrosa/Saolini.
enrico mentana marco corrosa

Quella frase mai detta da Mentana su Virginia Raggi

La frase incriminata falsamente attribuita a a Mentana con un virgolettato in un – finto – pezzo del Fatto Quotidiano è “Virginia Raggi è una goccia di acqua pulita dentro un mare inquinato”. Corrosa l’ha postata su Facebook con una veste grafica che lasciava intendere che si trattasse di un articolo del Fatto quando in realtà si tratta di un falso plateale. Falso che – al pari delle più fantasiose citazioni attribuite a Pertini – ha già preso a circolare sull’Internet come prova dell’onestà della Raggi.

enrico mentana marco corrosa
Dai commenti del Blog di Beppe Grillo

In realtà la fake news ha preso a circolare grazie a quella galassia di siti di notizie false ed inventate di sana pianta. Che la notizia sia inventata ed uno scherzo lo si capisce bene dalla seconda parte della frase che Mentana non ha mai pronunciato sulla Raggi ovvero:

Ha poi aggiunto: “Vedrei bene al suo fianco Gian Marco Saolini, noto Social Media Manager romano che potrebbe aiutarla nella campagna di promozione Social”

Uno stile che ricorda molto da vicino quello di un altro bufalaro di professione che ha fatto della notizia inventata ad arte la sua cifra stilistica ovvero Ermes Maiolica/Leonardo Piastrella che è solito sempre inserire un riferimento al suo personaggio nelle notizie che inventa.
enrico mentana marco corrosa

Chi è Marco Corrosa?

Al contrario di molti altri spacciatori di bufale che lo fanno per soldi e per alimentare un clima d’odio Saolini – che Mentana definisce “avvelenatore di pozzi” – appartiene a quella specie di autori che crea notizie false “per scherzo” . In passato Saolini ha impersonato il ruolo di Marco Staone, un medico che spiegava i pericoli dei vaccini prendendo in giro le teorie degli antivaccinisti e successivamente quello di Marco Corrosa che rappresenta invece lo stereotipo dell’imprenditore italiano fuggito in Russia “per colpa delle tasse” che vorrebbe tornare in Italia comparso all’indomani del voto sul referendum del 4 dicembre.
enrico mentana marco corrosa
E che incredibilmente quando è “tornato in Italia” rinunciando al 70% delle quote della sua inesistente attività in Russia (Saolini di lavoro fa il Social Media Manager) è stato preso in disparte da due men in black  che lo hanno minacciato per intimargli di stare zitto e smettere di fare i video al servizio del Popolo Sovrano. Come nella migliore tradizione di quello che dice “quello che la ka$ta non vuole che il popolo sappia” i poteri forti volevano metterlo a tacere, ma lui non si arrende.
enrico mentana marco corrosa
Corrosa non si fa mancare nulla (ad esempio l’accenno alla bufala sulla magnitudo ribassata) e non fa nemmeno nulla per nascondere il fatto di essere un account fake, soprattutto perché spera di poter sempre giocare la carta del “stavo trollando/scherzando” proprio come fa appunto in quanto autore del sito di satira il Corriere del Corsaro (ed anche dietro l’account Gianni Malvagio). A onor del vero però per scambiare per vere le notizie del Corriere del Corsaro – rispetto al passato quelle che pubblica ora sono sostanzialmente un mix tra quelle di Lercio e quelle di Trascendentale –  è necessario essere davvero ingenui, per scambiare per vere altre notizie di Corrosa invece è necessario leggere attentamente come le scrive, cosa che tutti non sembrano essere in grado di fare.
enrico mentana marco corrosa
Corrosa è un personaggio che deve molto come stile a Er Faina e a tanti altri urlatori del web ma che a differenza loro non lo fa seriamente. Possiamo discutere se vada preso sul serio, e Mentana pare intenzionato a farlo al punto di chiedere a Facebook di intervenire oppure se invece vada preso come una caricatura di quei personaggi che queste cose le fanno credendoci davvero. Alcuni ci credono al punto da pubblicare la notizia falsa dando ancora più visibilità al suo autore e magari autorizzando nei commenti gli utenti a chiedere “l’intervento della magistratura”. E come dimenticarci di quanto Mentana chiese qualche tempo fa “l’abolizione dell’anonimato online” dando prova – questa volta sul serio – di non capire molto bene come funzionano Internet e Facebook e che il social di Zuckrberg è tutto fuorché per anonimi? Davvero per Mentana è meglio un web controllato con il piglio di uno stato totalitario? Non è dato di saperlo. Il problema è che purtroppo esistono persone che credono che Corrosa sia un personaggio vero e che quello che scrive abbia davvero un qualche fondamento. Ma al di là di accusarlo di fare soldi con i click (cosa possibile ma il sito di Corrosa attualmente ha solo tre articoli pubblicati) ci sarebbe da chiedere come mai le persone sono portate a credere che certe notizie siano vere o verosimili. E la risposta è che le fake news sono pubblicate soprattutto da giornali “veri” non da siti con i nomi improbabili. Riassumendo: la citazione di Mentana è falsa, ma anche la persona che gliela attribuisce non esiste.