Opinioni

Le scelte del Presidente

Mattarella ha di fronte a sé alcune alternative:

– Governo politico che può essere solo Pd-5Stelle (Fico?)
– Governo Istituzionale (il famoso Governo Ursula, FI-Pd-5Stelle?)
– Governo Tecnico (Cottarelli?)
– Elezioni subito

Non credo ci saranno elezioni subito per una ragione molto semplice. Supponiamo che tali elezioni non siano dirimenti e non sia facile formare un nuovo esecutivo, come potrebbe il Paese fare la necessaria manovra finanziaria? Quindi qualora il Presidente propendesse per le elezioni, varerebbe un Governo Tecnico con il compito di fare una finanziaria lacrime e sangue (parziale aumento Iva, etc) e portare il Paese alle elezioni a Marzo 2020. Cottarelli sarebbe perfetto. Qualora il Presidente volesse dare maggiore respiro ad un’azione governativa, cercherebbe di far partire un governo istituzionale. Probabilmente il premier sarebbe il Presidente del Senato, la Casellati in modo da garantire la presenza di FI per evitare un governo troppo a sinistra. Sarebbe un Governo di scopo. Non dovrebbe durare una legislatura ma non avrebbe fini ed obiettivi così limitati come il Governo Tecnico (e probabilmente è l’obiettivo in cuor suo preferito da Mattarella)
Ovviamente c’è la possibilità del Governo Politico. Su questo condivido l’analisi di Cacciari. Sarebbe il Governo di due partiti sconfitti.

premier governo neutrale mattarella
Vignetta di El Giva

Il Pd sconfitto nelle ultime politiche e i 5Stelle sconfitti alle Europee. Si baserebbe sulle paure dei 5Stelle di essere più che dimezzati alle elezioni. Renzi avrebbe un grande potere interdittivo. Inoltre aggiungo io, questo Governo non terrebbe conto del malessere del Nord e delle Forze Armate (sarebbero immediatamente cancellati i decreti sicurezza) , sarebbe formato da partiti che sarebbero alla ricerca di consenso elettorale e quindi non sarebbero disposti a fare compromessi con gli alleati di Governo (più considerati avversari che alleati) e la popolazione lo considererebbe un governo non legittimato. Insomma, salvo miracoli inaspettati, sarebbe un governo pateracchio che cercherebbe solo di tirare a campare per evitare il più possibile le elezioni. E in questa situazione, tra al più tre anni e mezzo, avremmo con molta probabilità un governo di Destra (non di Centro Destra) al potere per almeno 5 anni… Churchill, all’indomani della conferenza di Monaco disse: “Potevano scegliere fra il disonore e la guerra: hanno scelto il disonore e avranno la guerra”. Qui si potrebbe parafrasare “Potevano scegliere fra il perdere le poltrone e il disastro elettorale: hanno scelto il disastro elettorale e perderanno pure le poltrone”.

Leggi sull’argomento: L’eredità del governo Conte: 30 miliardi di debiti

Vincenzo Vespri

Vincenzo Vespri è professore di matematica all’Università degli Studi di Firenze Oltre ad essere un professore universitario di Matematica che vede con sgomento l'università italiana andare sempre più alla deriva, sono anche un valutatore di progetti scientifici ed industriali (sia a livello italiano che europeo). Vedere nuove idee, vedere imprese che nascono, vedere giovani imprenditori che per realizzare le proprie idee combattono fatiche di Sisifo contro il sistema paleo-burocratico e sclerotizzato, è un' esperienza tipo Blade Runner: " Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser".