Politica

Cosa dice (e cosa pensa) Luigi Di Maio

beppe grillo luigi di maio davide casaleggio

Mentre Luigi Di Maio scrive lettere al Corriere della Sera per appellarsi al senso di responsabilità del Partito Democratico ed elencare tutti i punti in comune tra i programmi del PD e del M5S, in una conversazione “rubata” dal cronista di Repubblica Carmelo Lopapa all’aeroporto di Punta Raisi spiega quello che pensa realmente:

«Onorevole, ci dica, ma il governo si farà?» è la curiosità di tutti coloro che gli si avvicinano non appena imbocca il finger che lo conduce in aeroporto, tra loro (a sua insaputa) anche il cronista di Repubblica. «Io penso proprio che ce la faremo. È molto difficile, questo è evidente, ma sono abbastanza fiducioso, penso che alla fine ci riusciremo». Si fa fatica a intrattenere una lunga chiacchierata, ci sono i fan che in tre-quattro chiedono un selfie. Lui si ferma, nonostante i 30 minuti di ritardo, lascia il bagaglio a mano e si mette in posa con loro.

luigi di maio pd lega

«D’accordo, ma al governo con chi, Di Maio? Davvero col Pd o con la Lega, come sembrano preferire i militanti?». Il sorriso dell’ex vicepresidente della Camera si contrae un po’. «Beh, vediamo, certo con la Lega sarebbe preferibile». Salvini in effetti continua a dire che il governo si fa con voi o si torna al voto. La base del Movimento poi sembra volere quel “forno”, come confermano anche i sondaggi delle ultime ore. «Anche a noi piacerebbe, ma Salvini ha un grosso problema: è legato a doppio mandato con Berlusconi. E finché quel legame non si rompe per noi è impossibile immaginare un governo insieme».

E già che c’è, Di Maio fa anche sapere che non si fida di Renzi: «Purtroppo quelli lì li conosciamo bene, li conosciamo da troppo tempo. Sì, certo, la direzione la aspettiamo, la rispettiamo ma…». Insomma, il forno della Lega sarà anche chiuso per sempre, ma il rimpianto del leader M5S è palpabile. Chissà che…

Leggi sull’argomento: Sondaggi, il “popolo” vuole il governo M5S-Lega