Tecnologia

Come Twitter limita gli account che sfottono la Lega (e poi ci ripensa)

Dopo la sospensione del parody account di Salvini oggi il social network aveva limitato la visibilità di tre utenze che sfottevano il senatore Bagnai e il deputato Borghi. Ma poi ci ha ripensato?

twitter limita account lega

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato di un parody account di Matteo Salvini su Twitter che è stato sospeso dopo una denuncia presentata dal senatore e tesoriere della Lega Giulio Centemero. I reati ipotizzati erano sostituzione di persona, diffamazione e sostituzione di corrispondenza. L’account è riconducibile a un cittadino albanese residente a Genova, che in precedenza risiedeva in Emilia-Romagna.

parody account salvini sospeso denunciato

Ieri invece Twitter ha limitato la visibilità di quattro account: tre di essi erano parody account del senatore della Lega Alberto Bagnai e del deputato del Carroccio Claudio Borghi. Il quarto (IlGuffanti) è il proprietario dei tre account.

twitter limita account lega
Foto da: Politicamente Scorretto su Twitter

Ieri sera e fino a oggi sulla pagina dei tre account compariva lo stesso avviso: “Attenzione: questo account è temporaneamente limitato. L’avviso qui presente ti viene mostrato poiché l’account in questione ha eseguito delle attività sospette. Vuoi davvero proseguire?”. Cliccando su “Sì, mostra il profilo” i tweet venivano regolarmente mostrati ma non comparivano nella home del social network.

twitter limita account lega 1

Nel tardo pomeriggio però Twitter ci ha ripensato e ha sbloccato i tre parody account mantenendo però la limitazione per il primo dei quattro (magari è soltanto una questione di tempo).

Secondo la policy Twitter limita gli account quando rileva, tra l’altro, “Comportamenti offensivi e di spam. Quando viene segnalato o rilevato un abuso o una manipolazione, possiamo prendere provvedimenti per limitare la portata dei Tweet di un utente. Scopri di più sui provvedimenti che prendiamo, inclusa la sospensione temporanea e permanente degli account, e sulla limitazione della funzionalità degli account”. Lo fa anche quando l’account “viola una legge applicabile”, ma non pare questo il caso visto che nel frattempo sono tornati alla normale visibilità. Intanto sorge spontanea una domanda: chi è che ha segnalato gli account a Twitter e perché? Ma soprattutto: sicuro che non abbia proprio niente di meglio da fare?

Leggi anche: Lo sciacallaggio di Matteo Salvini sull’imprenditore suicida di Cercola