Politica

I nuovi cittadini italiani

cittadinanza nuovi cittadini italiani

Il Corriere della Sera pubblica oggi un’infografica che riepiloga i numeri delle acquisizioni di cittadinanza in Italia. La cittadinanza italiana si acquista iure sanguinis, cioè se si nasce o si è adottati da cittadini italiani. La cittadinanza può essere richiesta anche dagli stranieri che risiedono in Italia da almeno dieci anni e sono in possesso di determinati requisiti (come dimostrare di avere redditi sufficienti e non avere precedenti penali). Si può diventare cittadini italiani anche per matrimonio. Le acquisizioni di cittadinanza nel 2015 in Italia sono state 90mila per residenza, 70mila per trasmissione o elezione e 16mila per matrimonio. La maggior parte delle persone che ha acquisito la cittadinanza erano nella fascia d’età dai 40 ai 49 anni e ai primi posti tra i principali paesi d’arrivo ci sono due paesi europei: Albania e Romania (insieme al Marocco).

cittadinanza
I nuovi cittadini italiani (Corriere della Sera, 20 aprile 2017)

Le comunità più numerose sono, nell’ordine, quella rumena, quella albanese, quella marocchina, quella cinese e quella ucraina. Dal 2004 al 2015 la quota di residenti stranieri con regolare permesso di soggiorno in Italia è cresciuta del 165%; 1,11 milioni sono i residenti sotto i 18 anni. La quota di residenti stranieri è per il 52,6% in maggioranza femminile.
Foto copertina da: Il Resto del Carlino