Opinioni

Chi voterà il MoVimento 5 Stelle nel CdA della Rai?

I parlamentari della Commissione di vigilanza della RAI cominceranno a discutere a partire dal 7 agosto, ma visto che il premier Matteo Renzi ha deciso di eleggere i consiglieri di amministrazione della RAI con la Legge Gasparri, è già cominciato il totonomi sui giornali. Secondo i rumors riportato dall’ANSA, non è escluso un tandem tutto al femminile. Per la guida aziendale circolano i nomi di Marinella Soldi di Discovery e Tinni Andreatta, attuale direttore della fiction della tv pubblica, ma sarebbero in corsa anche uomini di prodotto come Andrea Scrosati di Sky o Andrea Castellari di Viacom. Per la presidenza si fa il nome di Luisa Todini, che potrebbe piacere a Forza Italia (anche se la loro prima scelta è Antonio Pilati), ma pare più probabile che si opti per un volto noto della Rai (probabilmente un ex, come ad esempio Giovanni Minoli) o un profilo istituzionale che possa svolgere un ruolo di garanzia. Quanto ai consiglieri, la maggioranza dovrebbe averne quattro, due il centrodestra. Circolano, tra gli altri, i nomi di Antonio Campo Dall’Orto, Ferruccio De Bortoli, Marcello Sorgi, Bianca Berlinguer. Anche M5S avrà un proprio rappresentante: la figura in pole position è quello di Carlo Freccero.
gabanelli
Secondo il Fatto invece Antonio Campo Dall’Orto e Franco Bassanini sarebbero i due uomini in pole per Renzi, mentre il partito cerca un faticoso accordo con Forza Italia. Il Nazareno ha pre
cettato i parlamentari in Vigilanza, il segretario Michele Anzaldi ha annullato il viaggio in Sicilia e i berlusconiani annusano gli avversari dem. Avversari ancora per qualche giorno.

Per i 7 consiglieri da plasmare in Vigilanza eper la presidenza frullano le indiscrezioni più strambe che per ora non conviene prendere troppo sul serio (Bruno Vespa, Monica Maggioni). Ma lo schema di spartizione è pronto: 3 o 4 posti ai dem, 1 a Fi, 1 a Ncd-Udc, 1 a M5S. Dopo il successo in classifica per le “quirinarie”, il Movimento potrebbe votare per Milena Gabanelli. In Viale Mazzini c’è sempre bisogno di rigorose inchieste giornalistiche.

Leggi sull’argomento: «La Rai? Una pugnalata alle spalle»

Alessandro D'Amato

Il direttore di neXt Quotidiano