Politica

Ballottaggi ed exit poll: il PD sconfitto

ballottaggi pd

Il sindaco uscente Federico Pizzarotti al 51-55% e Paolo Scarpa 45-49% a Parma. In base al primo exit poll di Emg per La7 nel ballottaggio per il sindaco di Genova Marco Bucci (centrodestra) è al 50,5-54,5%, Nella seconda rilevazione si allarga la forbice e Bucci arriva tra 51 e 55. Gianni Crivello (centrosinistra) al 45,5-49,5%. Per il sindaco di Verona Federico Sboarina (centrodestra) è al 54-58%, Patrizia Bisinella (civica) al 42-46%. Risultati abbastanza delineati che, se confermati, porterebbero alla sconfitta il PD quasi ovunque. Tredici tra i comuni maggiori vanno al centrodestra e tre al centrosinistra.
ballottaggi exit poll 1
 

Ballottaggi, gli exit poll: il PD sconfitto

In base al primo exit poll dell’Istituto Piepoli per la Rai, a Catanzaro il candidato sindaco Sergio Abramo (centrodestra) è al 56-60% , Vincenzo Antonio Ciconte (centrsinistra) al 40-44%. A Taranto il candidato sindaco Rinaldo Melucci (centrosinistra) è al 49-53%, Stefania Baldassarri (centrodestra) al 47-51%. In base al primo exit poll dell’Istituto Piepoli per la Rai, a L’Aquila i candidati sindaco Americo Di Benedetto (centrosinistra) e Pieluigi Biondi (centrodestra) sono in parità, al 48-52%.
ballottaggi exit poll
In base alI’exit poll Piepoli per Rai si profila un successo storico per il centrodestra nelle città di Genova, Verona e Catanzaro. Il centrosinistra, che perderebbe dunque la roccaforte ligure, non riuscirebbe ad espugnare neppure Parma, dove si andrebbe, secondo gli exit poll, alla riconferma del sindaco uscente Federico Pizzarotti. Testa a testa nei due comuni di L’Aquila e Taranto, finora governate dal centrosinistra. Un chiaro segno di egemonia per il centrodestra, che i sondaggi a livello nazionale proprio oggi danno unito al 33%.
sondaggi centrodestra
In base alla prima proiezione di Ipr Marketing per la Rai, a Genova il candidato sindaco Marco Bucci (centrodestra) è al 54% , Gianni Crivello (centrosinistra) è al 46%. La copertura del campione è al 10%.  In base alla prima proiezione Ipr Marketing per Rai su un campione del 10%, a Parma Federico Pizzarotti è al 59% mentre Paolo Scarpa del Centrosinistra al 41%.  Secondo la prima proiezione Ipr marketing per laRai a Catanzaro il candidato sindaco Sergio Abramo (centrodestra) è al 65%, Vincenzo Ciconte (centrsinistra) al 35%. la copertura è del 10% del campione. Al ballottaggio delle elezioni comunali a L’Aquila, secondo la prima proiezione Ipr per Marketing (riproduzione riservata), è in testa il candidato di centrodestra Pierluigi Biondi con il 52% sul candidato di centrosinistra Americo Di Benedetto al 48%.

Ballottaggi, lo scrutinio

Netti anche il risultato dello scrutinio. Il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Francesco De Pasquale è in vantaggio col 64,2% contro il candidato del Pd, Andrea Zanetti fermo al 35,8%. Con 11 sezioni scrutinate su 71 la differenza è già di oltre 800 voti. A Gorizia si profila una vittoria di Rodolfo Ziberna (Forza Italia), sostenuto dalle liste Aiutiamo Gorizia, Unione di Centro, Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Polo di Gorizia, Partito Pensionati, Autonomia Responsabile. A circa metà dello spoglio (15 sezioni su 37) Ziberna ha raccolto 3.218 voti, pari al 60,64%, e ha già ricevuto la telefonata di congratulazioni e “buon lavoro” dal suo avversario, Roberto Collini, che è sostenuto da Pd, Percorsi Goriziani, Gorizia è tua, Gorizia 100 sogni, Per Lui, e ha ottenuto finora 2.089 voti, pari al 39,36%. Al primo turno Ziberna aveva ottenuto 8.543 voti, pari al 49,88%, e non era stato eletto già 15 giorni fa per soli 22 voti. Collini si era fermato a 3.884 voti, pari al 22,68%.
ballottaggi exit poll 3
Andrea Lutzu sta già festeggiando la sua vittoria: il candidato del centrodestra accreditato di un vantaggio schiacciante sull’avversaria quando lo scrutinio è ancora in corso, ha ricevuto la telefonata della candidata avversaria, Maria Lobinu, che si è congratulata con lui e gli ha fatto gli auguri di un buon lavoro. Lutzu, tra una folla di sostenitori in festa, ha quindi varcato la soglia del Muncipio accompagnato dagli applausi e dal suono di trombette. “E’ stato un risultato al di sopra delle aspettative anche per noi”, ha detto a caldo all’ANSA. Il centrodestra riconquista così la città governata sino ad oggi dal centrosinistra.

Ballottaggi, la vittoria M5S a Fabriano e Carraro

Si profila una vittoria clamorosa dei Cinque Stelle a Fabriano (Ancona), dove Gabriele Santarelli, 40 anni, tecnico per la progettazione del verde e assistente parlamentare della deputata Patrizia Terzoni, a 36 sezioni scrutinate su 40 ha ottenuto il 59,76%% dei voti (6.358 preferenze) sul favorito della vigilia, il candidato del Pd Giovanni Balducci, 57 anni, ex assessore uscente al Turismo, sostenuto da Insieme per Fabriano, una coalizione composta dai Democratici e dalle liste civiche Fabriano popolare, Rinascimento e Liberamente. Balducci è al 40,42%, con 4.281 voti. Al primo turno il candidato del Pd aveva conquistato 4.830 voti, pari al 34,92% e Santarelli 4.126 preferenze, il 29,83%. Nessuno dei due candidati aveva fatto apparentamenti ufficiali, ma Santarelli dovrebbe aver drenato i voti ottenuti dalla lista civica di sinistra Fabriano Progressista (15,4% al primo turno), e pescato anche nel bacino del centrodestra, che l’11 giugno si era presentato diviso.
ballottaggi
”Una città in difficoltà a causa della crisi può avere più coraggio nel cambiare” aveva detto il candidato stellato, per il quale si erano spesi sia Luigi di Maio sia Di Battista. Piegata dal declino dell’industria dell’elettrodomestico, con la disoccupazione in crescita, sfiduciata (bassa l’affluenza, che al ballottaggio si è fermata al 50%) Fabriano, che il Pd governava da anni, ha deciso per il cambiamento. Il Pd paga verosimilmente anche la scelta di non ricandidare il sindaco uscente Giancarlo Sagramola, che pure aveva dato la disponibilità a correre per un secondo mandato.  Il Movimento 5 Stelle ha strappato il sindaco di Carrara al centrosinistra. Quando restano da scrutinare 11 sezioni su 71, il candidato M5S De Pasquale è in testa con il 65,69& dei voti. A Santeramo in Colle, Comune di quasi 30.000 abitanti nella Città Metropolitana di Bari, si festeggia la vittoria al comitato del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Fabrizio Baldassarre, docente universitario. Il dato ufficiale non è ancora definitivo: in 8 sezioni su 23, Baldassarre ha ottenuto il 69,58% dei voti mentre l’altro candidato, Franco Nuzzi, di centrodestra, ha ottenuto il 30,42% dei voti.