Tecnologia

Il bonus vacanze e il problema con l’app IO

Su Twitter molti lamentano problemi con l’App dei servizi pubblici IO, che segnala un problema di Time Expired durante la compilazione della domanda. La risposta dell’APP

bonus vacanze bug app IO

Oggi mercoledì primo luglio è il primo giorno utile per richiedere il bonus vacanze che vale 500 euro nel caso delle famiglie composte da almeno tre persone; per le famiglie di due persone è pari a 300 euro e scende a 150 per i single. Ma su Twitter molti lamentano problemi con l’App dei servizi pubblici IO, che segnala un problema di Time Expired durante la compilazione della domanda.

Il bonus vacanze e il problema con l’app IO

Il testo completo della segnalazione di errore recita: “Tempo scaduto. Le 24 ore utili a proseguire la tua richiesta sono scadute. Ti chiediamo di ricominciare una nuova richiesta”. L’Agenzia delle Entrate aveva detto che per la richiesta bisognava scaricare sul telefonino o sul pc l’applicazione IO, app dei servizi pubblici, ed effettuare il primo accesso. Per questo serve fornire le credenziali della propria identità digitale Spid o la Carta d’Identità Elettronica.

Il sistema, attraverso la app – una volta verificata la validità della Dichiarazione sostitutiva unica – DSU, da cui risulti un indicatore ISEE sotto la soglia di 40mila euro) – genererà un codice univoco e un QR-code, con l’indicazione del valore del voucher: l’80% sarà sotto forma di sconto da ottenere direttamente dal servizio turistico e il restante 20% varrà come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi nel 2021 (occorre conservare scontrini e fatture).

bonus vacanze bug app IO 1

Ma c’è da segnalare che l’account di IO su Twitter ha risposto a chi si lamentava dell’errore spiegando cosa può fare l’utente per risolvere: “Ciao, riavvia l’app e riprova. Se il problema persiste, ti invitiamo a fare la segnalazione all’interno dell’app, in ogni schermata, trovi in alto a destra il punto di domanda (?). Il nostro team è già al lavoro per risolvere il problema e ti fornirà un feedback su quel canale”.

bonus vacanze bug app IO 2

Altri segnalano un problema con l’ISEE: c’è chi trova una risposta di ISEE non valido e chi segnala che l’app chiede più tempo per la verifica; in questo caso l’account ufficiale di IO risponde: “è un problema temporaneo che avviene su un numero limitato di casi, anche questo in fase di risoluzione. Ti suggeriamo comunque di fare la segnalazione internamente all’app, perché così l’assistenza ha tutti i tuoi dati e può verificare il singolo caso. Noi non possiamo. Grazie”.

Il protocollo di intesa tra Abi e Confindustria per il bonus vacanze

Intanto Abi e Confindustria Alberghi hanno stipulato un protocollo di intesa in materia di “Bonus vacanze” per favorire l’efficientamento dei processi di gestione del credito fiscale e quindi facilitare l’operatività la diffusione di questo strumento. Il Decreto-legge n. 34 del 19 maggio 2020 ha previsto un Bonus, il “tax credit/Bonus vacanze”. I nuclei familiari con un reddito Isee fino a 40.000 euro – ricordano ConfAlberghi e Abi in una nota congiunta – possono richiedere e usufruire del Bonus, nella forma del credito, a decorrere dal 1° luglio 2020. Tale Bonus, pari a un massimo di 500 euro per nucleo familiare, è usufruibile per l’80% come sconto sul corrispettivo dovuto al fornitore del servizio, il restante 20% come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi della famiglia. Lo sconto dell’80% sarà rimborsato al fornitore del servizio sotto forma di credito di imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, con facoltà, in alternativa, di cessione a terzi, anche a banche o intermediari finanziari.

bonus vacanze italia
Il bonus e le vacanze in Italia (La Stampa, 19 giugno 2020)

L’Agenzia delle Entrate ha emanato il 17 giugno il provvedimento attuativo del “Bonus vacanze” che disciplina le modalità per l’utilizzo del credito d’imposta da parte dell’impresa turistico ricettiva e l’eventuale cessione del credito, anche alle banche. Abi e Confindustria Alberghi, oltre a promuovere una corretta e completa informazione, intendono favorire iniziative e accordi volti all’efficientamento dei processi in particolare per quanto riguarda la cessione dei crediti e la rapida messa a disposizione di risorse liquide per le imprese. “In questa fase così delicata per il settore che si trova ad affrontare una difficile ripresa dell’attività con una forte carenza di liquidità ed una domanda turistica ancora molto debole – spiega Maria Carmela Colaiacovo, vicepresidente Confindustria Alberghi – abbiamo siglato il protocollo con Abi a supporto delle imprese per cercare di favorire la diffusione del Bonus vacanze attraverso una migliore conoscenza dello strumento e specifici approfondimenti utili a semplificarne la gestione”. “Il protocollo che abbiamo firmato con Confindustria Alberghi è una ulteriore iniziativa del mondo bancario a supporto della ripresa del nostro Paese – dichiara Giovanni Sabatini, direttore generale dell’Abi – che si affianca alle altre numerose iniziative che in questi mesi sono state attivate dall’Associazione Bancaria e dalle singole banche per contrastare gli effetti economici della diffusione del Covid-19”.

Leggi anche: Il Bonus Vacanze e le regole per i viaggi