Trend

Angelo Pintus che deride i no vax: “Non c’è cosa più divertente che ridere di sti mi**hioni”

“E se attraverso il cerotto ora potessero controllarmi la mente? Ma cosa dico la mente, la mi**hia?”

Li ha derisi con un po’ di ironia e un post su Facebook. Angelo Pintus, comico tornato alla riscossa dopo la serie Amazon Lol-Chi ride è fuori, ha fatto ridere (anche) stavolta. Tutti, tranne i no vax, che invece l’hanno criticato e si sono scagliati contro di lui per le parole dure che ha utilizzato nei loro riguardi. Ha pubblicato una foto sui social: lui, con una faccia dolorante e un cerotto nero sulla spalla destra. Effetti del vaccino? No! Si tratta solo di un brufolo, ma ha colto l’occasione per deridere i no vax, con parole neanche troppo edulcorate. Ha scritto:

Lo so, potevo evitare la foto ma forse è giusto così.
Perché dovrei vergognarmi di aver fatto una cosa giusta?!
Ci ho pensato tanto di prima di farlo, quasi come fosse un VACCINO.
Ma ci rendiamo conto che noi che facciamo le cose giuste siamo arrivati al punto di doverci vergognare!!
Poi ho pensato che forse condividerlo era il modo più giusto per sensibilizzare le persone a fare lo stesso.
Ora sicuramente, alcuni avranno smesso di leggere e quindi avendo visto la foto e avendo letto la parola vaccino, staranno già commentando.

Ecco, a questo punto -dice Pintus- i no vax si saranno fermati. Quindi solo gli altri sapranno la verità:

La cosa bella è che loro sono quelli che scrivono agli altri di informarsi, di leggere! E poi non leggono nemmeno dieci stupide righe in cui semplicemente volevo dirvi che era troppo grande quel brufolo sul braccio per non schiacciarlo e il cerotto era l’unico modo per coprire il cratere creatosi.
Lo so è una vergogna avere i brufoli alla mia età.
Voi direte, perché lo fai?
Perché non c’è cosa più divertente che ridere di sti mi**hioni.
Perché loro la verità la sanno.
E se attraverso il cerotto ora potessero controllarmi la mente? Ma cosa dico la mente, la mi**hia?