Opinioni

Ahmad Khan Rahami è stato arrestato a Linden

ahmad khan rahami arrestato

Il sospetto per le bombe di New York, Ahamad Khan Rahami, sarebbe stato arrestato: lo riferiscono fonti investigative alla Cnn. Rahami è stato arrestato dalla polizia, dopo uno scontro a fuoco avvenuto a Linden, in New Jersey. L’uomo ricercato per la bomba esplosa a Manhattan e per quelle piazzate in New Jersey è un afgano naturalizzato statunitense, residente a Elizabeth. Secondo la Cnn, l’uomo è stato arrestato dopo la sparatoria con la Polizia, a Linden, nella quale – secondo altre fonti – sarebbero rimasti feriti anche due agenti.  Rahami è stato portato in barella fino ad un’ambulanza con la spalla destra sanguinante.

ahmad khan rahami arrestato
L’arresto di Ahmad Khan Rahami (fonte)

La polizia del New Jersey ha reso noto, con un post su Facebook, che Ahmad Khan Rahami era ricercato dall’Fbi per essere interrogato anche per l’esplosione avvenuta sabato mattina a Seaside Park. La dichiarazione quindi suona come la conferma ufficiale che gli inquirenti considerano collegati gli attacchi dinamitardi. Nel post vengono pubblicate diverse foto di Rahami, che appare diverso in ogni scatto, ed anche il fermo immagine del filmato della telecamera di sicurezza vicino al luogo delle esplosioni a Chelsea che avrebbe permesso l’identificazione dell’uomo.

Ahmad Khan Rahami: il video dell’arresto

 


Rahami lavorava nel fast food di proprietà del padre Mahumud, che si trova al piano terra della loro casa di Elmora Avenue, ad Elizabeth, la cittadina del New Jersey dove la notte scorsa sono stati trovati altri cinque ordigni. Secondo il sindaco di Elizabeth, Christian Bollwage, il fast food, First American Fried Chicken, per il quale negli anni hanno lavorato sia Ahmad che alcuni dei suoi fratelli, ha avuto dei problemi con il City Council a seguito delle lamentele dei vicini che denunciavano il fatto che rimanesse aperto tutta la notte con i clienti che facevano rumore e sporcavano i marciapiedi. “Il consiglio votò per imporre la chiusura del locale alle 10, ma le lamentele dai vicini” continuarono ad arrivare perché l’ordine non sarebbe stato rispettato. Un vicino, Dean McDermott, ha raccontato al giornale newyorkese che uno dei fratelli più grandi di Ahmad in un’occasione fu coinvolto in una rissa con poliziotto che si era recato nel ristorante per ordinarne la chiusura. Ma prima che il caso arrivasse in tribunale, ha raccontato ancora il vicino, il fratello di Ahmad fuggì in Afghanistan. Rahami padre denunciò il consiglio comunale affermando che la sua attività veniva discriminata perché era afghano. Inoltre il vicino intervistato dai reporter del Times ha raccontato di aver sentito nei giorni scorsi un altro vicino che affermava di aver visto Rahami padre che stava dando fuoco a del materiale, sembravano computer, nel giardino sul retro della loro casa.