Trend

"Volevi un sonetto d'amore?", Tommaso Zorzi fulmina Salvini che lo aveva messo "alla gogna"

@neXt quotidiano|

Zorzi Salvini

Non più “bacioni”, ma sorrisi. Oramai, il segretario della Lega ha deciso di indossare questa nuova veste social per rispondere alle critiche di vari personaggi pubblici. Soprattutto di coloro i quali, andando a recuperare alcune sue dichiarazioni del passato (più o meno recente) mostrano agli italiani le sue “incoerenze”. Ed è proprio questo quel che è accaduto nel botta e risposta social tra Tommaso Zorzi e Matteo Salvini. Una vicenda che si è conclusa (?) così.

Zorzi-Salvini, il botta e risposta tra i due sui social

Questo è l’epilogo, almeno per il momento. Ma come si è arrivati a tutto ciò? Nelle scorse ore, Tommaso Zorzi aveva pubblicato un collage di nuove e vecchie dichiarazioni sulle alleanze politiche. Nel suo post c’erano le parole di Salvini sul campo “larghissimo” del Centrosinistra (poi evaporato vista la rottura di Carlo Calenda) e quelle del 2013 dello stesso segretario della Lega sull’alleanza governativa tra il PD e Silvio Berlusconi.

“Un idiota fatto e finito”, ha scritto Zorzi taggando Matteo Salvini. Il leader della Lega ha deciso, dunque, di non replicare e di non spiegare come mai nel corso degli anni avesse cambiato idea (e non è la prima volta) sul tema delle alleanze, limitandosi a un commento soft:

Ma questo botta e risposta è andato avanti su diverse piattaforme e su Instagram è arrivata la risposta più pungente di Tommaso Zorzi a Matteo Salvini:

“Dopo aver espresso più volte il tuo pensiero contro la mia libertà di essere e di amare cosa volevi? Un sonetto d’amore in endecasillabo piano?”

E non finisce qui, perché nel botta e risposta social Zorzi-Salvini ecco piovere sul conduttore e personaggio televisivo la classica pioggia di commenti omofobi.