Politica

Palazzo Madama dice sì: via libera al voto per il Senato a 18 anni

Via libera dell’aula di palazzo Madama al Ddl che porta a 18anni la soglia per il voto per il Senato

voto 18 anni Senato vaccino covid 19 senatori

Via libera dell’aula di palazzo Madama al Ddl che porta a 18anni la soglia per il voto per il Senato. Il provvedimento, alla quarta lettura conforme con la Camera, ha avuto 178 sì, 15 no e 30 astenuti ed è stato quindi approvato in via definitiva. Per la promulgazione e l’entrata in vigore, però, bisognerà attendere tre mesi per un eventuale referendum.

Palazzo Madama dice sì: via libera al voto per il Senato a 18 anni

Infatti il 9 giugno scorso, la Camera ha approvato il ddl senza raggiungere il quorum dei due terzi. Saranno circa 4 milioni i ragazzi di 18 anni che dalla prossima elezione potranno scegliere la composizione del Senato. Il Ddl prevede un unico articolo che modifica i requisiti anagrafici per diventare elettori del Senato modificando l’articolo 58, primo comma della Costituzione nel quale è prevista la soppressione delle parole: “dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di età” per lasciare solo “I senatori sono eletti a suffragio universale e diretto”, così come avviene già per la Camera dei deputati.