La macchina del funky

Virginia Raggi: il sindaco di tutti con la maglietta dei 5 Stelle

virginia raggi voto 1

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha votato ieri per il rinnovo del consiglio della Città metropolitana, l’erede della Provincia, indossando una maglietta su cui campeggiava il simbolo dei 5Stelle. La foto pubblicata da Repubblica:
virginia raggi voto
Il Corriere Roma in un articolo di Giuseppe Pullara segnala che con questo scatto la Raggi si è gettata alle spalle la promessa di essere la sindaca di tutti

Virginia Raggi ha gettato alle spalle la promessa che praticamente tutti i primi cittadini hanno fatto in Campidoglio all’atto dell’insediamento: quella di voler essere il sindaco di vincitori e vinti, cioè di assumere, da quel momento in poi, la rappresentanza dell’intera città. Una promessa che anche la Raggi ha fatto a suo tempo. Confermando l’impegno di non voler più parteggiare per nessuno, la sindaca ha di recente perfino rifiutato di far indossare al figlio la maglia della Lazio (forse calcolando, però, che i tifosi dell’Aquila sono meno di quelli della Lupa).
Ma il gioco è durato abbastanza. E ieri c’è stato l’alzabandiera dell’orgoglio di parte. Recandosi a dare il proprio voto – come sindaco di Roma – per la costituzione del Consiglio metropolitano, Virginia Raggi ha indossato la cotta come l’eroina d’Orleans prima della battaglia: una tshirt del Movimento 5 Stelle. Come dire: sono la sindaca dei 710 mila romani che mi hanno votato, e può bastare. Niente di illegale, per carità. Ma gli altri? Gli altri si arrangino, sembra dire la Raggi. Questa favola del «sindaco di tutti» doveva finire, ed è finita.

virginia raggi voto 1