Fatti

Virginia Raggi: «Ho assunto mille vigili». Davvero?

virginia raggi wonder woman

Ieri Virginia Raggi ha tirato fuori l’autorità di Wonder Woman per rispondere a Matteo Salvini, che lunedì aveva snocciolato i dati del Viminale annunciando i neo assunti 136 poliziotti e altri 844 in arrivo, aveva concluso: «Per Roma, come ministro, manca solo che mi metto il mantello di Batman».  «Allora io sono Wonder Woman perché ho assunto oltre mille vigili», ha replicato la sindaca di Roma. Flaminia Savelli su Repubblica Roma però oggi decide di fare un po’ di factchecking delle affermazioni di Virginia: ma davvero la Raggi ha assunto mille vigili?

Leggendo le ordinanze e le carte del Campidoglio, la risposta sull’assunzione dei “mille vigili” i numeri sono più contenuti. Infatti dopo anni di rimandi e sospensioni il maxi concorso delle nuove reclute del Comando generale è stato sbloccato due anni fa: 1200 sono risultati idonei con i 300 vincitori assunti nel 2018 a tempo indeterminato.

Seguiti dalla chiamata di altre 407 nuove unità lo scorso ottobre. Questi ultimi assunti a tempo determinato e in attesa di essere riconfermati – il prossimo 1° luglio – a tempo indeterminato. Non prima di aver “smaltito” le ferie accumulate entro giugno.

virginia raggi mille vigili

Quindi sono meno di mille ma sono comunque un aiuto: l’ estate scorsa, con la Capitale affollata di turisti, il numero aveva toccato il minino stori
co di 5.746 operativi rispetto alle 8mila unità previste dal pieno organico.

Ma anche con la carica dei neo assunti – per un totale di 707 nuovi caschi bianchi- la coperta per i 15 comandi è ancora corta. Lo confermano i numeri: a Ostia, il municipio più popoloso della città, ne ha visti arrivare appena 15 nella prima tornata. Dopo una serie di richieste e polemiche dell’amministrazione il numero è salito a 20. Meglio invece nel I gruppo dove le reclute sono 94. Numeri più contenuti al Tuscolano – 37 – al Prenestino – 26 – e all’Eur 25.

Leggi anche: Meno male che Mara Carfagna c’è