Economia

Virginia Raggi e i conti di Roma a rischio

paola de micheli virginia raggi

“Al momento non abbiamo risultanze” che il Comune di Roma abbia chiuso il piano di rientro triennale. Lo ha detto il sottosegretario all’Economia, Paola De Micheli, in una intervista a Il Messaggero. E alla domanda sul rischio di perdere i fondi extra, pari a 110 milioni di euro all’anno, la risposta è stata preoccupata. “Certo, è una ipotesi. Ma prima di prendere qualsiasi decisione politica, occorre che la giunta Raggi ci spieghi, carte alla mano, cosa ha fatto e che intenzioni ha per il futuro. Il Comune deve chiudere il piano, lo dice la legge, in base ai risultati prenderemo delle decisioni. Bisogna rispettare due regole basilari: le leggi e l’equità di trattamento nei confronti di tutti gli enti pubblici. Non ci saranno deroghe”. Il sottosegretario De Micheli poi tocca il tema della razionalizzazione delle società comunali.

virginia raggi conti roma
I conti di Roma Capitale (Il Messaggero, 5 agosto 2017)

“E’ previsto un piano di alienazioni delle società non strategiche. A noi però non risulta che il Comune abbia aperto i bandi: penso a Farmacap o Assicurazioni. Un motivo in più per affermare che a oggi non abbiamo alcuna evidenza che il Comune stia rispettando il piano di rientro”. Per il sottosegretario al Tesoro la linea è “di vedere i conti, sia quelli del piano di rientro sia quelli delle partecipate, quando poi avremo tutte le evidenze troveremo soluzioni che non ricadranno sulla testa dei cittadini. A oggi non esiste un documento che chiarisca la situazione dei conti di Roma”. E sulla possibilità di un nuovo ‘salva- Roma’ De Micheli è netta:”non mi sembra che ci siano le condizioni. Non ci è arrivato nulla (la richiesta di 1,2 miliardi avanzata dalla Raggi) ma come si può pensare che un Governo conceda 1,2 miliardi di euro a un ente che non rispetta le regole”