Trend

Valentyn Mykolayovych, il nonno ucraino che culla la nipotina dopo averla portata in salvo | VIDEO

Nel campo rifugiati di Ivano-Frankivsk un uomo di 84 anni, Valentyn Mykolayovych, culla la sua nipotina: l’ha portata lì lui stesso, insieme al resto della famiglia, guidando per giorni per scappare dalla loro casa di Stepove, nell’Oblast di Zaporizhia

Valentyn Mykolayovych nonno culla nipote ucraina

Sta facendo il giro del mondo dopo essere stato condiviso dagli account social di Unicef Ucraina il video che mostra Valentyn Mykolayovych, nonno di 84 anni, mentre culla la sua nipotina Isabelle, di sei mesi. Ora si trovano entrambi in un posto sicuro, a Ivano-Frankivsk, ma l’ultimo mese lo hanno trascorso nel bunker sotterraneo della loro casa a Stepove, nell’Oblast di Zaporizhia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da la Repubblica (@larepubblica)

Valentyn Mykolayovych, il nonno ucraino che culla la nipotina dopo averla portata in salvo | VIDEO

Loro due, insieme al figlio, la nuora, tre nipotini e un cane, hanno resistito finché hanno potuto, ma dopo essersi accorto che le provviste stavano terminando Valentyn ha deciso che sarebbe stato meglio fuggire. Così lui, unico in grado di guidare, ha caricato tutti in auto e guidato per giorni verso una località più sicura. “Da bambino giocavo con le munizioni ma non voglio che i miei nipoti abbiano la mia stessa infanzia”.

Non sanno se e quando potranno fare ritorno a casa, mentre la minaccia si avvicina di più a loro e sembra rincorrerli. Nella notte infatti le sirene d’allarme antiaereo hanno suonato a lungo a Kyiv e in altre città, nelle regioni centrali e occidentali del Paese: a Leopoli, Rivne, Volyn, Khmelnytsky, Vinnytsia e Zhytomyr. In precedenza l’allarme era scattato anche in diverse città dell’Ucraina centrale, orientale e meridionale tra cui Dnipropetrovsk, Kryvyi Rih, Zaporizhzhia, Cherkasy, Donetsk, Odessa, Kharkiv, Poltava e Mykolaiv. E anche a Ivano-Frankivsk, dove si trovano adesso Valentyn e il resto della sua famiglia.