Opinioni

L’ultimatum di Marco Travaglio al governo M5S-PD

Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano oggi “festeggia” i primi due mesi di vita (vita?) del governo Conte BIS dando per vivo il presidente del Consiglio e per morta la maggioranza che lo sostiene. E incita i giallorossi (o giallorosa, come li chiama) a decidere rapidamente se sia necessario continuare l’esperienza di governo, e quindi ragionare di conseguenza sul lavoro da fare, oppure se non sia meglio tornare al voto e dare il paese in gestione a Salvini:

Conte ha già dimostrato di essere non solo l’unico, ma anche il migliore premier possibile di questa maggioranza (chi si era scordato la sua lezione a Salvini del 20 agosto in Senato se l’è ricordata l’altroieri vedendolo a Taranto fra gli operai dell’ex Ilva). E Mattarella ha già fatto sapere che questo sarà l’ultimo governo della legislatura. Dopo ci sono soltanto le urne, cioè Salvini.

marco travaglio governo conte m5s pd

I giallorosa se ne facciano una ragione e comincino a comportarsi come i conducenti di un treno che deve viaggiare per tre anni e mezzo, accantonando i social e i sondaggi e ponendo le basi per quei risultati che, per essere veri, necessitano di una prospettiva di anni, non di giorni o settimane. Altrimenti, se hanno in mente altri mesi di lenta agonia, dicano subito chiaro e tondo che preferiscono finirla qui. Se il futuro che hanno in mente per l’Italia è un governo Salvini con pieni poteri, è inutile rimandarlo: prima arriva, prima ce ne liberiamo.

Leggi anche: Brasile anno zero? Cosa significa la scarcerazione di Lula