Trend

Il conduttore di Fano Tv costretto a interrompere la rassegna stampa per colpa del terremoto | VIDEO

neXt quotidiano|

Terremoto Marche

Ore 7.07 di questa mattina. Negli studi di FanoTv19 tutte le telecamere erano accese e stavano trasmettendo in diretta la consueta e quotidiana rassegna stampa. Il conduttore Massimo Foghetti stava approfondendo un tema, ripreso dai giornali, di politica locale quando quella forte scossa sismica di magnitudo 5.7 ha colpito la costa adriatica con epicentro a largo di Pesaro. Il giornalista ha provato a rimanere collegato in diretta, cercando anche di spiegare ai telespettatori cosa stesse succedendo in quegli istanti in cui si è registrato il terremoto più forte nelle Marche. Poi, però, ha saggiamente deciso di abbandonare lo studio.

Terremoto Marche, le immagini della diretta del Tg di Fano Tv

Il video mostra la potenza del terremoto Marche. Le telecamere e lo schermo che trasmetteva le immagini dei quotidiani che tremavano con insistenza, poi la voce del conduttore che provava a mantenere il sangue freddo prima di allontanarsi dal fuoco della telecamera. Poi, dopo la prima scossa – quella di magnitudo 5.7 – il tentativo di rientrare in diretta (con le telecamere rimaste accese) per rassicurare i telespettatori e provare a spiegare cosa stesse accadendo in quei frangenti di paura e terrore (ma, fortunatamente, non ci sono stati danni).

Poi, però, una nuova scossa (questa volta di intensità lievemente minore) e la decisione, di comune accordo con la troupe presente negli studi di FanoTv19, di spegnere le telecamere e interrompere la diretta. Ma quelle immagini andate in onda sono esemplificative di quanto il sisma che ha colpito le Marche questa mattina sia stato violento. E dopo la scossa delle 7.07, lo sciame sismico non si è ancora fermato. La terra ha tremato altre 50 volte nel giro di sei ore.