Opinioni

Susanna Ceccardi: la sindaca leghista che non capisce Imagine

Ieri il sempre ottimista e solare Matteo Salvini trovava motivo di gioire per l’esito delle amministrative 2016. La Lega non ha vinto in nessun comune che conta ma per Salvini ha vinto in tanti piccoli comuni. La Lega ha perso a Bologna, a Milano, a Roma (dove non è arrivata al ballottaggio) e soprattutto a Varese ma, udite udite, ha vinto a Cascina dove è stata eletta la ventinovenne Susanna Ceccardi, già collaboratrice in Regione di Claudio Borghi, l’uomo che ha due sogni: dare una botta a Renzi e uscire dall’euro.
susanna ceccardi imagine - 1
Ex consigliere comunale e primo sindaco della Lega Nord in Toscana la Ceccardi è una che legge Oriana Fallaci, Charlie Hebdo e che – soprattutto – è fieramente anticomunista. Ma di quell’anticomunismo ridicolo che le fa andare di traverso perfino una canzone come Imagine di John Lennon, soprattutto quando – il giorno dopo l’attentato alla redazione di Charlie Hebdo – l’ex sindaco di Cascina decise di farla cantare a 1300 bambini. Secondo la Ceccardi qualcuno ha realizzato davvero un mondo senza religione, paradiso e proprietà privata e quel mondo “si chiama Comunismo e ha fatto milioni di morti“. La musica, commentava la neo sindaco di Cascina, sarà anche carina “ma le parole sono aberranti” perché “un mondo senza fede, senza valori, senza proprietà privata guadagnata col frutto del proprio lavoro è un mondo non umano“. Certo, perché i valori sono solo quelli cristiani (a proposito non c’era la cosa dell’ama il prossimo tuo etc), perché un mondo senza guerre, senza persone che soffrono la fame e che si ammazzano tra loro per difendere una linea immaginaria tracciata in mezzo al deserto è un mondo non umano. Perché la pace che Lennon immaginava è un non valore. E un mondo pacifico è un mondo non umano. E alla fine anche sentirsi fratelli al di là delle differenze (siamo tutti Charlie!1) è proprio una cosa brutta. Almeno per la Lega, altrimenti dove li trova i voti poi? Ma forse prima di parlare di valori e di proprietà privata sarebbe meglio lavorare sulla comprensione del testo. Altrimenti come lo affronti poi il Capitale di Marx? Evidentemente ai politici italiani piace lavorare di fantasia su Imagine e del resto se Camillo Langone ha contestato che sia stata suonata Imagine ai funerali di Valeria Solesin perché la Ceccardi non può improvvisarsi critico musicale?