Opinioni

La donna che muore per un sasso lanciato dal terrapieno sulla strada provinciale 121

Una donna di 62 anni è stata uccisa da un grosso sasso che ha sfondato il parabrezza della sua auto. È accaduto ieri a tarda sera intorno alle 23.30 quando per cause ancora da accertare un pezzo di calcestruzzo di grosse dimensioni e del peso di qualche chilo ha sfondato il parabrezza della vettura che viaggiava sulla strada provinciale 121 nel territorio di Cernusco sul Naviglio in direzione Carugate e aveva a bordo 5 persone. Il masso ha colpito in pieno il parabrezza, fracassandolo e la donna che era alla guida è morta per un arresto cardiocircolatorio che l’ha stroncata sul colpo. Le indagini sono affidate ai carabinieri.
strada provinciale 121 cernusco sul naviglio
Le persone che viaggiavano su una Opel Astra facevano parte di un gruppo di preghiera che stava tornando da Pontirolo Nuovo (Bergamo). L’impatto è avvenuto all’altezza di Cassano d’Adda sulla strada provinciale che da Cernusco sul Naviglio (Milano) va in direzione di Carugate (Milano). Il sasso del peso di 1,2 chili, lanciato da un terrapieno alto circa 5 metri sulla corsia opposta, ha sfondato completamente il parabrezza della vettura ma incredibilmente non ha colpito i passeggeri. La 62enne, che sedeva sul sedile passeggeri anteriore, è stata presa dallo choc ed è morta pochi minuti dopo sul posto a causa di un infarto. Sul caso indagano i carabinieri di Cassano d’Adda. Il sasso, del peso di oltre un chilo, sarebbe stato lanciato da un terrapieno alto circa 5 metri che costeggia la strada sp 121.
sassi cavalcavia
Secondo l’Asaps – che tiene in piedi un “osservatorio” specifico – lo scorso anno ci sono stati 85 episodi, 80 sulla rete ordinaria e 5 sull’autostrada, nei quali sono rimaste ferite 4 persone. Nel 2017, invece, fino al 31 agosto gli episodi già registrati sono stati 63 episodi, 7 avvenuti sulla rete autostradale o raccordi, 56 sulle statali e altre strade, sono state 4 le persone ferite.