Politica

La standing ovation con cui il Meeting di Rimini ha accolto il discorso di Mario Draghi | VIDEO

Asia Buconi|

mario draghi

“Voi giovani siete la speranza della politica” così è cominciato il lungo discorso di Mario Draghi al Meeting di Rimini, dove il Premier è stato accolto da una standing ovation e da un lunghissimo applauso che è durato più di tre minuti. “Grazie per l’applauso e per l’accoglienza. Questo entusiasmo mi colpisce”, ha ribadito commosso il Presidente del Consiglio dimissionario. Poi, l’appello ai giovani: “Mi rivolgo soprattutto ai giovani. Voi vedete la politica come ideali da condividere, impegno sociale per la loro affermazione, e soprattutto la testimonianza di una vita coerente con questi ideali. Voi insieme riflettete, combattete, sperate, costruite: ecco perché questo vostro entusiasmo mi colpisce molto”.

Le parole di Mario Draghi al Meeting di Rimini: dai cambiamenti climatici al voto, fino a Ue e Pnrr

“I cambiamenti climatici – queste le parole di Draghi – richiedono una risposta urgente. Le crisi geopolitiche, economiche e ambientali generano un passaggio storico drammatico. Le decisioni di oggi segneranno il futuro dell’Italia. Insieme abbiamo dimostrato che l’Italia è un grande Paese. Il governo ha fatto del proprio meglio. Ringrazio il presidente Mattarella per la fiducia e i ministri”. Poi uno sguardo a settembre, quando si tornerà alle urne: “Invito tutti ad andare a votare. Chi guiderà il Paese ne preservi lo spirito repubblicano. Sono convinto che il prossimo governo saprà portare fuori il Paese dalle difficoltà. L’Italia ce la farà anche stavolta”.

Poi, per Draghi sono ancora applausi quando ricorda alla platea della kermesse le persone che si sono impegnate per aiutare il Paese ad uscire dalla pandemia e quando ribadisce “il ruolo dell’Italia al centro dell’Ue” con “protezionismo e isolazionismo che non coincidono con i nostri interessi internazionali”. E sono ancora fragorosi applausi per il Presidente del Consiglio dimissionario quando cita i risultati raggiunti col Pnrr. “La consapevolezza sarà la nostra forza”, dice Draghi, che poi chiude l’intervento con un “grazie”, proprio come l’aveva cominciato, tra gli scroscianti e lunghissimi applausi del pubblico.