Politica

Sondaggi referendum taglio parlamentari: il 40% non sa cosa votare

Il 41,2% degli italiani non sa ancora come comportarsi in tema di referendum, mentre il 42% dichiara che andrà a votare per il Sì e il 15,8% per il No. Sui voti validi si tradurrebbe in un 72,7% contro il 27,3%

referendum taglio parlamentari

Alessandra Ghisleri di Euromedia Research illustra oggi su La Stampa i risultati di un sondaggio sul referendum che taglia i parlamentari, segnalando che il 40% di chi voterà è ancora indeciso e non sa se schierarsi per il sì (che è comunque largamente maggioritario) o per il no:

Nonostante i desideri di cambiamento verso una ritrovata stabilità, non si riscontrano nell’opinione pubblica grandi successi per le voci progressiste coraggiose. Quelle voci che oggi richiamano l’attenzione al No al referendum. Quelle voci che si ergono in difesa della Costituzione e del valore della nostra storia repubblicana. Fino a oggi non c’è stato un fervente attivismo nei confronti della politica,  giudicata dalla maggioranza degli elettori troppo concentrata su sé stessa e per sé stessa.

Tutti gli indicatori demoscopici hanno mostrato una forte critica verso le istituzioni con un grande invito alla concretezza per tutti i politici che abbiano a cuore il destino del nostro Paese. Così il 41,2% degli italiani non sa ancora come comportarsi in tema di referendum, mentre il 42% dichiara che andrà a votare per il Sì e il 15,8% per il No. Sui voti validi si tradurrebbe in un 72,7% contro il 27,3%. Una distanza importante che mostra tuttavia nell’arco degli ultimi 6 mesi una flessione del Sì di quasi 10 punti percentuali.

sondaggi referendum parlamentari
(La Stampa, 31 agosto 2020)

Per quanto riguarda i partiti, invece, la Lega è in ripresa rispetto alla rilevazione del 5 agosto scorso mentre Fratelli d’Italia perde qualche decimo di punto percentuale. Il Partito Democratico è sostanzialmente stabile (-0,1%) mentre è in calo il MoVimento 5 Stelle (-0,7%). Nella prima rilevazione al rientro della pausa estiva i cambiamenti significativi si trovano nelle nuove sigle che animano le liste civiche locali raccolte nella voce altri partiti e che trovano linfa nella ritrovata campagna elettorale per il rinnovo delle amministrazioni e nel partito Azione di Carlo Calenda (+1%) che cerca visibilità nel tour nazionale per la presentazione del movimento.

sondaggi ponte di genova lega salvini
Il sondaggio di Euromedia Research (La Stampa, 5 agosto 2020)

Nel complesso la forbice tra l’alleanza di governo si allarga mentre Sinistra Italiana è data al 6,1% e Italia Viva è al 3,3%.

Leggi anche: Coronavirus: la manifestazione negazionista a Berlino