Politica

Sondaggi, M5S e Lega si rubano voti tra loro

L’infografica dell’Istituto Cattaneo sui seggi dell’uninominale e la rilevazione di SWG: la Lega erode consensi a FI ma anche al M5S

bacio salvini di maio

Ieri è circolata molto questa infografica su dati dell’Istituto Cattaneo in cui si mostrava il risultato di una simulazione elettorale per i 232 collegi uninominali della Camera dei deputati in caso di alleanza tra MoVimento 5 Stelle e Lega: con l’eccezione dei centri urbani di Milano e Torino, di parte di Emilia e Toscana e del Trentino-AltoAdige, l’asse giallo-verde vincerebbe ovunque. Portando a casa il 94% dei collegi uninominali della Camera (219 su 232) e il 90% al Senato(104 su 116). «I due partiti vedrebbero crescere i loro seggi nella quota maggioritaria e partirebbero da una base di sostegno parlamentare pari a circa il 35%», a cui aggiungere i seggi della parte proporzionale. In Aula avrebbero la maggioranza dei due terzi, arrivando a ottenere 425 deputati, il 69% della Camera (oggi sono 343, il 55%); e 209 senatori, il 68% (oggi 167, il 54%). Deve essere chiaro però che questi numeri partono dall’assunto che Lega e M5S ripetano i risultati del voto del 4 marzo. E, soprattutto, che l’ipotesi di alleanza a danno di Berlusconi, Meloni e del centrodestra divenga realtà.

sondaggi m5s-lega
L’infografica dell’Istituto Cattaneo sull’ipotesi di alleanza M5S-Lega

I sondaggi di SWG pubblicati dal Messaggero invece disegnano una realtà diversa, in cui la Lega con Salvini arriva al 27,5% all’interno del centrodestra (ovvero, senza l’alleanza annunciata con il M5S) e il MoVimento 5 Stelle invece perde voti, arrivando per ora al 29,5% contro il 32,7% che ha ottenuto alle elezioni del 2018. Ovvero, quello che sta accadendo è che i due presunti partner per adesso si mangiano voti tra di loro e ci sono alcuni elettori che il 4 marzo hanno votato i grillini che oggi stanno pensando di passare alla Lega.

sondaggi m5s-lega 1

Non è quindi detto, ad oggi, che l’alleanza venga suggellata perché non conviene alla Lega. Che sta rubando voti a Forza Italia all’interno della coalizione ma erode anche consensi che prima erano destinati al M5S. Il quale ha davanti una campagna elettorale complicata: un nemico è il Quirinale, l’evergreen è il PD. Ma quello che sta erodendo consensi è il suo alleato.

Leggi sull’argomento: M5S al voto con la Lega?