Politica

Sondaggi, M5S in calo per le trattative di governo

appoggio esterno forza italia m5s governo di maio - 10

Dopo SWG, anche Nando Pagnoncelli registra che le consultazioni infinite per il nuovo governo frenano il MoVimento 5 Stelle e Luigi Di Maio. Secondo SWG lo stallo è imputato soprattutto al M5S (oltre che a Berlusconi), per IPSOS la popolarità del grillino è in calo mentre quella di Matteo Salvini cresce. E la tendenza è identica nel rapporto tra i due partiti: i grillini calano dal 30 marzo al 20 aprile, mentre la Lega continua a crescere. Un calo che è dovuto alla politica dei due forni, che giocoforza aliena la simpatia di una parte dell’elettorato visto che mette sullo stesso piano Lega e Partito Democratico (scontentando entrambi). Per questo l’apprezzamento di Salvini è sostanzialmente stabile, con qualche piccolissimo segnale di crescita, segno che nonostante le difficoltà, è riuscito a non scontentare i propri sostenitori. Di Maio segnala invece un decremento più significativo: il suo indice di apprezzamento era del 49 poco meno di un mese fa, oggi è sceso di sei punti collocandosi al 43, un punto sotto il leader della Lega, perdendo il primato.

m5s calo trattative governo

Lo stesso meccanismo si riverbera sulle percentuali delle preferenze in caso di voto, con il MoVimento 5 Stelle in lievissimo calo mentre la Lega continua a crescere per il meccanismo del carro del vincitore, infatti cresce a discapito degli altri partiti del centrodesta. In tutto ciò c’è anche da registrare un lieve incremento delle percentuali riservate al Partito Democratico, mentre LeU è in calo e oggi non passerebbe la soglia del Rosatellum.