Cultura e scienze

La lite tra Selvaggia Lucarelli, Italia Oggi e Cinzia Monteverdi del Fatto

selvaggia lucarelli denuncia stalking Ravenna - 3

Ieri Italia Oggi ha scritto un articolo a firma di Claudio Plazzotta per annunciare che il sito di news The Post Internazionale-Tpi ha ingaggiato anche Selvaggia Lucarelli come caporedattore cronaca e spettacoli. Nell’articolo era presente un paragrafo in cui si riassumevano i termini della collaborazione tra la Lucarelli e il Fatto Quotidiano:

Fa discutere anche l’avventura della Lucarelli al Fatto quotidiano: è una star del web (il suo video di dicembre 2019 in cui denunciava lo scandalo del Villaggio di Babbo Natale a Milano, per esempio, ha avuto 1,2 milioni di visualizzazioni del video completo sulla sua pagina Facebook), ha una buona notorietà televisiva (soprattutto grazie a Ballando con le stelle, su Rai Uno, prima come opinionista e poi, dal 2016, come giurata), eppure ha lavorato per cinque anni al Fatto quotidiano con un contratto in esclusiva collaborando solo all’edizione cartacea, e senza mai scrivere neppure un articolo sul sito web del Fatto (diretto da Peter Gomez), e senza essere mai coinvolta neppure una volta nelle produzioni audiovisive di Loft guidate da Luca Sommi, autore tv e giornalista che ora va in video su Nove in Accordi e disaccordi con Andrea Scanzi, e che è il compagno di Cinzia Monteverdi, a.d. della Società editoriale Il Fatto.

cinzia monteverdi aldo busi
Cinzia Monteverdi con Aldo Busi

Le affermazioni contenute nell’articolo hanno causato una lievissima irritazione dalle parti del Fatto, tanto che Cinzia Monteverdi ha scritto una lettera di smentita oggi pubblicata dal quotidiano ” per replicare alle diverse falsità in esso contenute”. La Monteverdi, che per tutto l’articolo chiama la Lucarelli “pubblicista” e non giornalista (il giornalista pubblicista di fatto è un giornalista anche per le regole medioevali dell’Ordine dei Giornalisti), prima di tutto dice che la mancata collaborazione con il sito del Fatto è dipesa da una scelta “lecita” di Lucarelli dopo la chiusura della vicenda giudiziaria con Elisabetta Canalis. Poi passa al punto che ha evidentemente considerato offensivo:

Per quanto riguarda le sue collaborazioni con il ramo di produzioni televisive Loft produzioni, che ha come direttore David Perluigi e non Luca Sommi come da voi indicato erroneamente, la pubblicista Selvaggia Lucarelli ha avuto modo di esprimersi, pagata, fi n da subito con format visibile su nostra piattaforma, intitolato Opinion Leader. Non trascurabile la proposta scritta fatta alla pubblicista nell’ottobre scorso per tre documentari, tre libri, pagine di costume sul quotidiano, e contributi per il web e offerta digitale. Anche questi leciti ma non dovuti.

In ultimo, il pezzo a firma Plazzotta fa riferimento alla vita personale della sottoscritta quasi adducendo che la Lucarelli non ha avuto modo di lavorare per Loft in quanto l’amministratore delegato fa lavorare il suo compagno Luca Sommi. Quest’ultimo la sottoscritta precisa ottimo collaboratore come autore e conduttore e non come direttore che ha avuto modo di lavorare correttamente, con trasparenza e di conquistarsi la stima e il rispetto della nostra Società e del gruppo Discovery, gruppo che non è certo avvezzo a fi rmare contratti su pressioni personali.

Infine, se pur mi rattrista dare in pasto ai giornali la mia vita personale, preciso che Luca Sommi non è mio compagno, che al di fuori della mia vita professionale, spendo il mio tempo con mia madre purtroppo malata gravemente di Alzheimer e mia sorella purtroppo malata di cancro. Non mi sollazzo con i nostri collaboratori né con il gossip via social. Chi mi conosce sa quanto conti per me la fedeltà solo alla vita da single, alle buone amicizie con persone corrette sempre più rare e al lavoro con rispetto dei miei 127 dipendenti, quanto sia un’offesa imputarmi un falso compagno, contrarissima alle relazioni personali sul lavoro e alle promozioni di fidanzati che sono abitudine di altri.

Leggi anche: Miracolo all’ATAC: i macchinisti malati sono già guariti